Vuoi la tua pubblicità qui? Contattaci

Primo Piano Sport 360

Sport 360 – Alla Svezia l’Europeo Under 21

banner

Altri sport_sport 360_basket_vollei_moto_karate_scherma_tennisIl calcio sta emettendo gli ultimi verdetti con la conclusione degli Europei Under 21 con la vittoria della Svezia sul Portogallo dopo i calci di rigore (con mancata qualificazione alle prossime Olimpiadi di Rio degli Azzurri, eliminati nel girone eliminatorio proprio dalle due finaliste) e con la Copa America che vedrà la finale fra i padroni di casa del Cile e l’Argentina.

Nell’automobilismo a Zeltweg ennesima sinfonia Mercedes con Rosberg nettamente primo davanti a Lewis Hamilton. Solo quarto il ferrarista Vettel (per colpa di un dado) preceduto anche dall’ex FerrarI Felipe Massa. Incidente al primo giro tra Kimi Raikkonen e Fernando Alonso per fortuna senza conseguenze per i piloti

Nella Moto GP il gran Premio di Assen in Olanda ha fornito grandissime emozioni fino all’ultima curva con Valentino Rossi che è riuscito a vincere davanti a Marc Marquez e mantenere la testa della classifica del mondiale con dieci punti di vantaggio su Jorge Lorenzo giunto terzo.

Si è conclusa la 115 edizione dell’U.S. open di golf con la vittoria del ventunenne statunitense Jordan Spieth che ha bissato il successo ottenuto nell’Augusta Masters, divenendo così il primo atleta dal 2002 (quando la stessa impresa l’aveva compiuta il mitico Tiger Woods) ad aver vinto i primi due Major della stagione.

Nell’atletica leggera in attesa del ritorno dei meeting della Iaaf Diamond League, si sono disputati a Cheboksary in Russia, sotto un caldo torrido, gli Europei a squadre con la vittoria della squadra di casa precedendo nell’ordine Germania e Francia. L’Italia con 288 punti e ottime prestazione dei singoli, ha chiuso al sesto posto sfiorando il quinto piazzamento grazie alle vittorie di Giordano Benedetti negli 800 mt. con il tempo di 1.45.11, che ha preceduto con una splendida volata il più quotato francese Pierre Ambroise Bosse; e di Fabrizio Donato nel salto triplo che approfittando del vento che spirava forte alle sue spalle al momento del salto ha vinto con la misura di mt. 17.11. L’Italia non vinceva una gara in questo tipo di competizione da Stoccolma 2011 dove Fabrizio Schembri si impose anche lui nel  salto triplo. Deludenti fra le azzurre le prestazioni della campionessa europea Libania Grenot (terza nei 400 metri con tempo di 51,82 e ancora lontana dallo standard dell’anno scorso) e Alessia Trost nell’alto femminile fermatasi a mt. 1,94 e finita mestamente ottava. Nel frattempo a Eugene (Usa ) i trials statunitensi come al solito hanno fornito grandi prestazioni cronometriche. La più importante di tutte è quella di Justin Gatlin che nei 200 ha vinto con uno straordinario 19”57. Nella gara più attesa Tyson Gay, ha vinto il suo quarto titolo nei 100 con un buon 9”87, mentre Tori Bowie nella stessa gara al femminile ha chiuso in un eccellente 10” 81

Nel tennis è iniziato il torneo di Wimbledon con Andy Murray insidiato dal solito Novak Djokovic e dell’eterno Roger Federer .

Vincenzo Nibali si è confermato campione italiano di ciclismo sul traguardo di Torino Basilica di Superga staccando a due km dall’arrivo  Francesco Reda e Diego Ulissi. Una vittoria quella di Nibali di buon auspicio visto l’imminente inizio del Tour De France.

Per la World League di Pallavolo, L’Italia di Berruto ha disputato il doppio confronto interno con il Brasile: al Foro Italico di Roma, clamorosa vittoria al tie break degli azzurri per 16 a 14, mentre due giorni dopo a Firenze il Brasile ha chiuso con un eloquente 3 a 0 a suo favore. La settimana successiva sono giunte due sconfitte in Serbia per 3-1 e 3-2. Le chance di qualificazione, visto il duplice confronto proibitivo da disputare in Brasile nel prossimo week end, passano attraverso il ripescaggio di migliore terza.

Nella pallacanestro emozioni forti nella serie finale tra il Banco di Sardegna di Sassari e la Grissin Bon di Reggio Emilia che ha visto decretare campione d’Italia la squadra sarda con la vittoria nella settima e decisiva partita in terra emiliana per 75 a 73 grazie alla grande prova di Jerome Dyson. Gli Europei femminili sono stati vinti dalla Serbia che in finale ha battuto la Francia con il punteggio di 76 a 68.

Per quel che riguarda la pallanuoto nelle Super Final di World League a Bergamo, gli azzurri di Sandro Campagna, dopo un discreto girone eliminatorio chiuso al secondo posto frutto di due vittorie (contro Australia e U.S.A.) e una sconfitta contro la Serbia, sono stati eliminati nei quarti ai rigori dalla Croazia perdendo il confronto per 14 a 12, concludendo il torneo con un deludente settimo posto. Il titolo con tanto di qualificazione alle Olimpiadi Rio è andato alla Serbia battendo in finale la Croazia per 9 a 6.

Stessa sorte è toccata agli uomini allenati da Mariotti nei mondiali di Hockey su pista (42° edizione) a La Roche sur Yon in Francia. L’Italia, dopo un percorso netto nel girone eliminatorio, è stata eliminata nei quarti di finale dalla Germania perdendo per 7 a 6, finendo il torneo al quinto posto battendo la Francia per 6 a 3. Il titolo di campione del mondo è stato vinto dall’Argentina battendo in finale la Spagna per 6 a 1.

Si è conclusa a Baku in Azerbaijan la prima edizione dei Giochi Europei con la spedizione azzurra che ha chiuso al sesto posto nel medagliere finale conquistando 47 medaglie di cui 10 medaglie d’oro, 26.medaglie d’ argento e 11 medaglie di bronzo. Dodici nella scherma, dieci nel tiro – con ben quattro ori – e dieci anche nel nuoto, tra cui l’oro alla sedicenne Sveva Schiazzano nei 1500 mt stile libero femminile.

Ferdinando Capicotto

 

Related posts

Inchiesta “Dirty Soccer”, la totale estraneità dell’US

admin

Il Catanzaro riparte battendo 2-0 il Rieti

admin

Benevento-Catanzaro, tra poco il calcio d’inizio: Moriero verso le conferme?

admin