Vuoi la tua pubblicità qui? Contattaci

L'avversario di turno

SI GIOCA CONTRO… Il Cosenza

banner

nuova cosenza“Vincere per risollevare la classifica e per regalare una gioia immensa ai nostri tifosi”. Queste parole di Davide Moi nella conferenza stampa infrasettimanale fanno capire il significato del derby del “San Vito” fra Cosenza e Catanzaro.

La partita dell’anno deve rappresentare la svolta per le aquile, in quanto arriva in un momento molto delicato. I giallorossi infatti sono ancora a secco di successi in questo 2016 ed i vecchi problemi che hanno caratterizzato la gestione D’Urso si stanno riproponendo anche con Mister Erra. Una difesa poco attenta, che subisce gol per distrazioni sta contrassegnando questo nuovo anno. Davanti, il peso dell’attacco è debole con il solo Razzitti a svolgere il compito di prima punta, lasciato alle volte troppo solo. Però la manovra delle aquile sta migliorando e come visto contro l’Akragas la mole di gioco espressa da Maita e compagni è stata enorme.

Cosenza ultrasA rendere il compito dei giallorossi ancora più difficile è il ruolino di marcia dei lupi. Quinti sin qui con 37 punti, si trovano a sole tre lunghezze dal primo posto. In casa viaggiano ad un ritmo impressionante. Ben 26 punti ottenuti al “San Vito” per effetto di otto vittorie e due pareggi con quattordici gol fatti e quattro subiti. Solamente l’Akragas il 20 settembre ed il Catania recentemente hanno strappato un segno X in casa dei silani. A segnare invece sono state la Casertana, il Monopoli, il Catania ed il Messina ed unicamente la rete degli etnei è stata influente. Ma il Catanzaro ha dimostrato a Caserta che i numeri possono essere stravolti.

Il pareggio di Razzitti dell'andata
Il pareggio di Razzitti dell’andata

L’andata è terminata 1-1. Un rigore di Razzitti – procurato da Taddei– ha risposto al vantaggio momentaneo di Arrighini che aveva illuso i trecento tifosi cosentini. Quel gol ha salvato ben sessantacinque anni di storia di imbattibilità interna in campionato dei giallorossi nel derby.

I precedenti al “San Vito” sono ventuno con solo tre vittorie delle aquile, dieci pareggi e otto successi casalinghi. Trenta a diciannove per i rossoblù il computo delle reti segnate. L’anno scorso terminò 0-0 con i lupi in crisi di risultati che strapparono un pareggio al più quotato Catanzaro di Mister Moriero. I giallorossi cominciavano a rendere evidenti i limiti tecnici e strutturali. Anche l’8 dicembre del 2008, il 22 ottobre del 1989 ed il 13 novembre del 1988 terminò a reti inviolate. L’ultimo match con gol fu il famoso 16 novembre del 1986, nel giorno della doppietta di Palanca. O’Rey entrato sull’1-1, realizzò le due reti che imposero il risultato sull’1-3. Il 6 aprile del 1985 si registrò invece l’ultima vittoria dei silani grazie ad una marcatura di Aita. Il primo incontro risale al 22 febbraio 1931 terminato 2-2 con reti di Briano e Ferraris per i padroni di casa; doppietta di Costa per le aquile. L’US vinse per la prima volta il 23 aprile del 1933 con il punteggio di 2-3 con segnature di Brossi, autogol di Pampaloni e Masseroni; inutile la doppietta di Perazzi.

L'esultanza dei tifosi cosentini
L’esultanza dei tifosi cosentini

Mister Giorgio Roselli dovrà fare a meno del difensore Blondett squalificato. Difficile anche l’impiego dell’infortunato Arrighini. Il modulo dovrebbe essere il consueto 4-4-2 con Perina fra i pali; Corsi, Tedeschi, Pinna e Ciancio in difesa; Criaco, Arrigoni, Fiordilino e Cavallaro a centrocampo; Vutov e La Mantia a comporre il reparto avanzato. Inoltre è importante ricordare che Cavallaro e Vutov possono scambiarsi di posizione all’occorrenza.

Onorare la maglia fino in fondo mettendo in campo tutte le energie in corpo. Si richiede questo ai giocatori giallorossi. Nella madre di tutte le partite, classifica e valori in campo si azzerano in un certo senso e tutto può accadere. Il Catanzaro deve assolutamente cercare di vincere per ribadire un concetto fondamentale: “La Calabria è giallorossa”.

Ferdinando Capicotto

Related posts

SI GIOCA CONTRO… La Vibonese

admin

SI GIOCA CONTRO… Il Messina

admin

SI GIOCA CONTRO…. La Casertana

admin