Vuoi la tua pubblicità qui? Contattaci

Allenamenti Il Punto Interviste Partite

Il Matera per i playoff, il Catanzaro per la salvezza. Erra, “l’attenzione fa la differenza”

banner

Alessandro ErraIl gruppo in questi giorni ha lavorato con l’impermeabile addosso, non per la pioggia ma per farsi scivolare le polemiche che hanno caratterizzato la settimana e che nulla hanno a che vedere con il campo, concentrandosi esclusivamente sull’avversario.

Ribadito questo aspetto, il Catanzaro riparte dal buon pareggio col Benevento in vista del match di Matera. Siamo alle solite: un punto che fa morale, che rinfranca dopo la figura miserrima di Martina, ma che non muove la classifica, non in maniera determinante. L’US non vince da mesi ed intanto siamo a metà marzo, fate voi…

“Affrontiamo una squadra in salute, con ottime individualità a centrocampo e solidità difensiva, ma la salvezza passa da sfide difficili”, avverte Alessandro Erra. Insomma, domani servirà un Catanzaro prima di tutto attento e guardingo, che dovrà capitalizzare le occasioni (poche, presumibilmente) che i padroni di casa concederanno.

Ecco, non è tanto un discorso tattico, ma mentale: “Se restiamo concentrati e determinati, abbiamo dimostrato di poter fare risultato con squadre in apparenza superiori”, avverte il tecnico, suffragato dai risultati colti contro le cosiddette big del girone, salvo poi capitolare davanti avversari ben più modesti. Aquile dai due volti, ma serve dare continuità alle buone indicazioni emerse con le Streghe al “Ceravolo”, perché ci aspetta un team che punterà tutte le fiches sul tavolo per continuare la scalata verso i playoff. “Dentro-fuori” per gli uomini di Padalino (che ha consegnato “le chiavi” della squadra ad Aprile, causa squalifica), ma non è da meno per Razzitti e compagni: “Partita determinante per loro ma anche per noi. Ognuno ha il suo obiettivo da raggiungere e spenderemo tutte le energie per il nostro traguardo”, ricorda mister Erra, il quale sicuramente riproporrà l’undici che ha bloccato la capolista. Attento sì, rinunciatario no: l’allenatore si aspetta quest’atteggiamento, volendo lucidità nei momenti cult della gara, fiducioso che là davanti ci si possa finalmente sbloccare: “I calci piazzati ultimamente ci hanno premiato, ma abbiamo lavorato sulla ricerca di soluzioni offensive per gli attaccanti. Sarà l’attenzione a fare la differenza, non solo la tattica”.

 

Cosimo Simonetta

Related posts

UFFICIALE: RINVIATA Catanzaro-Benevento

admin

Mercato, le prime operazioni del girone C

admin

Il Catanzaro torna al successo: finisce 3-1 col Siracusa

admin