Vuoi la tua pubblicità qui? Contattaci

L'avversario di turno

SI GIOCA CONTRO… La Reggina

banner

Reggina_logoCatanzaro-Reggina, ossia il derby tra deluse. Due squadre calabresi a vantare – ora insieme al Crotone – trascorsi anche in massima serie con risultati anche di un certo rilievo e calciatori di qualità. Non solo le aquile, ma anche gli amaranto possono ad esempio vantare che un tal Andrea Pirlo ha vestito la loro maglia. Ora invece lottano contro un presente amaro e avaro di soddisfazioni. Da un lato i giallorossi, addirittura ultimi in classifica con il quarto allenatore in tre mesi, dall’altro lato la Reggina, terzultima con soli 12 punti ed una vittoria che manca dallo scorso 9 ottobre quando i calabresi sconfissero la capolista Juve Stabia al “Granillo” per 1-0. L’altra vittoria risale alla seconda giornata nella sfida contro i rivali del Messina, battuti in casa 2-0. Per il resto sei pareggi e altrettante sconfitte. Il pari con il Taranto raggiunto all’ultimo secondo ha evitato la quinta sconfitta consecutiva. Sono solamente 2 i punti ottenuti nelle ultime sei gare.

REGGINA CALCIO_ULTRAS_MASSIMO CAPRAROFuori casa tre pareggi e quattro sconfitte a fronte di sei gol fatti e tredici subiti. Peggio della Reggina ha fatto solo il Catanzaro con due pareggi all’attivo.

I precedenti al “Ceravolo” sono venticinque. Le aquile ne hanno vinti quattordici, gli amaranto cinque, mentre i pareggi sono stati sei. Quarantuno a ventitré il computo delle reti. L’ultima volta, nel famoso 22 dicembre 2014 vinse il Catanzaro 1-0 grazie a Fofana. Famoso perché dopo la partita parlò il Presidente Cosentino annunciando il ridimensionamento degli obiettivi delle aquile, partiti per vincere il torneo e che successivamente lottarono nelle posizioni di metà classifica con la rivoluzione di gennaio. Le compagini non si affrontavano dal 1990 quando terminò senza reti. Il 23 aprile 1989 vinse la Reggina 1-2 con doppietta di Onorato ed in mezzo il pari di Miceli. Palanca e Bagnato stesero i cugini dei giallorossi nel 1987. Il 24 aprile 1985 roboante 4-2 dell’US che andò avanti con Lorenzo e Pesce; gli amaranto recuperarono con Fracas e Mondello ad un quarto d’ora dal termine; Iacobelli e Sassarini però regalarono il successo ai giallorossi. Il primo scontro risale al 12 aprile 1931 finito 1-0 per il Catanzaro.

Lillo Foti
Lillo Foti, il Presidente che conquistò la Serie A

Mister Zeman, figlio del più famoso padre e proprio come lui dovrebbe schierare la squadra con il 4-3-3. Sala in porta; De Bode, Kosnic, Gianone e Possenti in difesa; Botta, Bangu e De Francesco a centrocampo; Oggiano, Coralli e Porcino davanti.

È una sfida definita da Sabato, finale play-out. Come tale non esiste altro risultato al di fuori della vittoria. Contano solo i 3 punti.

 

 

 

 

Ferdinando Capicotto

Related posts

SI GIOCA CONTRO… Il Barletta

admin

SI GIOCA CONTRO… Il Bisceglie

admin

SI GIOCA CONTRO… La Virtus Francavilla

admin