Allenamenti Interviste Primo Piano

L’US prepara il derby. Bernardi: “Devo riconquistare la fiducia di tutti”

banner

Bernardi_IschiaPrendere atto dei propri errori, capire e andare avanti. Lo sta facendo il Catanzaro, a pochi giorni dal derby per antonomasia; lo ha fatto Alessandro Bernardi, che avrà avuto modo di riflettere sulla stupidaggine commessa nel match contro il Foggia, costatagli due turni di squalifica.

Quel che è edificante, è che Calvarese non lo ha certo fatto rimpiangere sull’out di destra, rivedendo il campo dopo il lungo stop per infortunio; prestazioni convincenti, alle quali però non sono seguiti risultati produttivi e questo discorso riguarda il gruppo. Va’ bene mantenere alta l’intensità, dare il massimo e costruire palle gol, ma se non si portano a casa punti tutto passa in second’ordine. Di sicuro, con un Calvarese che vede concreta la possibilità di ottenere una maglia da titolare fisso, la concorrenza è aumentata e Bernardi, non senza la rituale “diplomazia di circostanza“, pare averlo accettato; insomma, ben venga la concorrenza produttiva nel lavoro del collettivo. In teoria è così… ma in pratica? Il terzino dell’US rischia di vedersi scalzato nelle gerarchie dal compagno ed ora tocca ripartire: “Dovrò riconquistare la fiducia di tutti dopo quella sciocchezza”, ammette con molta umiltà Bernardi, intervenuto ai microfoni alla ripresa degli allenamenti.

Bernardi_arbitro Di Ruberto_espulsione_Gigliotti_FoggiaNon è un caso che nella sala stampa del “Poligiovino” si sia presentato proprio lui, che a Cosenza ha vissuto un periodo importante della sua vita professionale, contribuendo alla rinascita del club, dalla D alla C1, dal 2007 al 2010; della città bruzia l’ex Matera conserva quindi un bel ricordo e meglio di chiunque altro, nella squadra, conosce l’ambiente. Ecco, è importante sapere di trovare un clima infuocato, in una città che vola sulle ali dell’entusiasmo, visto l’ottimo cammino fin qui realizzato: “Siamo a conoscenza dell’importanza del match e daremo il massimo. Troveremo un ambiente caldo, anche perché il Cosenza sta avendo maggiore seguito da parte della tifoseria”, osserva l’esterno destro giallorosso, che individua nell’organizzazione difensiva una delle armi vincenti degli uomini di mister Roselli.

Un “San Vito” pressoché gremito farà da scenario ad un derby sentito e atteso: sbagliare non è ammesso, soprattutto, non saranno concesse le ingenuità compiute ultimamente, perché non ci si può appellare solo agli episodi o alla sfortuna. Razzitti e compagni devono fare il mea culpa delle palle gol sciupate contro l’Akragas sabato scorso e della quantità industriale di cross andati a vuoto, specie una volta sotto nel risultato, quando malgrado cinque giocatori in avanti, la sfera non ne ha voluto sapere di gonfiare la rete.

Domenica il Cosenza, la prossima settimana il Catania: da un rivale all’altro! Partite difficilissime che giungono forse nel momento più delicato della stagione, perché occorrerà recuperare i punti persi in questo avvio di 2016 per centrare quella salvezza che fungerebbe da liberazione. Ma è indispensabile ritrovare la concentrazione.

 

Cosimo Simonetta

 

 

Related posts

Open Day al “Ceravolo”: Il Giallorosso c’è!

admin

“Ricordati di me…” – Roberto Della Pietra, goleador sfortunato

admin

Gli UC ’73 sospendono l’attività

admin