Sport 360

Sport 360 – Roberta Vinci e Dorothea Wierer sugli scudi

banner

Altri sport_sport 360_basket_vollei_moto_karate_scherma_tennisI maggiori eventi sportivi mondiali hanno avuto alterne prestazioni degli atleti italiani.

Nel tennis Roberta Vinci ha vinto il torneo WTA di San Pietroburgo battendo in finale la  diciannovenne svizzera n. 1 del seeding  Belinda Bencic con il punteggio di 6-4 6-3, dopo un’ora e venti di gioco, che ha visto il dominio della trentaduenne tarantina. Con questa vittoria Roberta entra nelle top 10 della classifica mondiale.

E’ iniziato il torneo del “Sei nazioni” di rugby con gli azzurri che sono stati sconfitti sia con la Francia a Parigi per 23 a 21 – solo nei minuti finali –  al termine di una partita che ha visto l’Italia avanti nel punteggio per lunghi tratti dell’incontro; sia con l’Inghilterra a Roma questa volta nettamente per 40  a 9.

Nel campionato italiano di pallacanestro guidano dopo 20 giornate l’Olimpia Milano (che ha giocato una partita in meno) Reggio Emilia e Cremona con 28 punti.

L’Eurocup, la seconda manifestazione continentale, ha dimostrato la grande crisi dei club basket italiano.

Infatti dopo il fallimento nell’Eurolega con le italiane eliminato, solo Milano e Trento sono entrati nei play off delle Top 32.

Si sono disputati in Serbia i campionati Europei di calcio a 5 con l’Italia che era nel novero delle favorite essendo campione uscente.

Purtroppo le cose per gli azzurri sono andate malissimo.

Dopo un ottimo girone eliminatorio con due vittorie contro Azerbaijan e Repubblica Ceca, i nostri portacolori sono stati inopinatamente sconfitti nei quarti dal Kazakistan per 5-2. Primo tempo regalato agli avversari. Nella ripresa gli azzurri hanno pagato imprecisione e molta sfortuna con due pali presi.

Il titolo è andato alla Spagna che ha dominato in finale contro la Russia con un perentorio 7 a 3.

Lo sci alpino in campo maschile si è è spostato in asia con due week end in Asia

In Corea nella località di Pyeonchang Jeongseon  , dove verranno disputate le prossime Olimpiadi, si sono disputate due gare  che ha visto il risveglio degli azzurri della velocità: la discesa libera è stata vinta dal norvegese Kjetil Jansrud davanti ad ottimo Dominik Paris, mentre nel Supergigante vittoria dello svizzero Carlo Janka di un soffio sull’azzurro Cristof Innerhofer .

A Naeba, in Giappone, invece si sono disputate due prove tecniche: lo slalom gigante ha visto il trionfo dei francesi con  Alexis Pinturault vincente davanti a Mathieu Faivre e al redivivo azzurro Massimiliano Blardone al ritorno sul podio dopo tanti anni; lo slalom speciale, che ha  visto l’uscita dei favoriti Kristoffersen e Hirscher, ha visto la vittoria del tedesco Felix Neureuther davanti allo svedese Andre Mirher e alla sorpresa austrica Marco Schwarz.

In campo femminile invece si è svolto un Week end in Germania  a Garmisch Partenkirchen dove Lindsay Vonn ha vinto la discesa libera mentre la svizzera Lara Gut ha trionfato nel  supergigante.

Era in programma anche di fare tappa in Svizzera nella località di Crans Montana, dove però ha avuto svolgimento solo uno slalom speciale con il trionfo di Mikaela Shiffrin tornata alle gare dopo due mesi

Nello sci di fondo ottima prestazione di Francesco de Fabiani giunto secondo nella mass start 15 km a tecnica libera a Falun –Svezia –preceduto in volata  di soli tre decimi dal russo Ustyugov.

Il biathlon  si è spostato per due week end in Nord America.

A Canmore– Canada- ottime prestazioni degli atleti italiani: in campo maschile Dominik Windish – dopo l’ottavo posto nella sprint, ha vinto la mass start 15 km  ottenendo la prima vittoria in carriera. In capo femminile solita immensa Dorothea Wierer che dopo il terzo posto nella sprint ha trionfato nella mass start 12,5 km I due azzurri citati insieme a Karin Oberhofer e Lukas Hofer sono arrivati poi secondi nella staffetta mista.

Diverso invece il discorso nel week end di Presque Isle negli USA,dove in campo femminile c’è il dominio della ceca Gabriela Soukalova e le prestazioni degli azzurri non sono stati granchè, anche se Dorothea Wierer è andato vicina alla vittoria nell’inseguimento sbagliando molto purtroppo all’ultimo poligono.

Ferdinando Capicotto

Related posts

Andata playout, la Paganese la riacciuffa nel finale: è 2-2

admin

Sport 360 – Pisa travolgente e colpo del Foggia. Alla Spal la Supercoppa

admin

Sport 360 – Ecco l’Italia di Conte: 2 a 0 sull’Olanda in amichevole

admin