Allenamenti Il Punto Interviste Primo Piano

Mister Erra alla vigilia del Catania: “Non dobbiamo rinunciare ad attaccare”

banner

Erra AlessandroMister Alessandro Erra durante la conferenza stampa della vigilia è stato molto chiaro: il Catanzaro non farà le barricate contro il Catania, ma se la giocherà a viso aperto come dimostrato sin qui, anche contro avversari di caratura superiore.

Il pareggio ottenuto al “San Vito” ha permesso ai giallorossi di aumentare autostima e convinzione circa i propri mezzi. Il derby è giunto nel momento opportuno, perché proprio quando tutto sembrava negativo, le aquile hanno disputato una gara importante, con un primo tempo ad alta intensità. In settimana sono stati provati sia il 4-4-2 che il 4-3-3. Probabilmente lo schieramento con cui l’US scenderà in campo contro gli etnei sarà lo stesso di Cosenza, con Orchi al posto dello squalificato Ricci. Squillace sta giocando bene dal centrocampo in su, sgravato da compiti difensivi. Il classe ’89 dovrebbe essere riproposto davanti a Patti sulla corsia di sinistra. Di fronte ci sarà un avversario di valore con qualità superiori a quelle del Catanzaro.

Stando alle parole del tecnico, i rossoazzurri potrebbero competere tranquillamente per il primo posto, ma la penalizzazione ha giocato un ruolo fondamentale nel cammino dei siciliani, specialmente dal punto di vista psicologico. Non è solo l’ex Russotto a costituire un pericolo per la retroguardia giallorossa; infatti gli etnei possono schierare calciatori come Calderini, Calil e Falcone. L’Uesse non deve scendere in campo aspettando e “guardando” gli avversari, ma giocando con il solito atteggiamento, cercando di stare attento e compatto dietro, non rinunciando a creare le solite occasioni, magari sfruttandole. Già, perché il problema delle aquile è proprio che in questo girone di ritorno non sono state concretizzate le palle gol costruite durante i match. L’incontro che ha veramente complicato i piani di salvezza del trainer è stato quello perso contro l’Akragas. La sconfitta con i biancoazzurri pesa molto e domani i giallorossi non possono permettersi il lusso di perdere la terza partita consecutiva al “Ceravolo”. L’imperativo dell’allenatore dell’US è molto preciso: vincere per uscire dalla zona rossa.

Ferdinando Capicotto

Related posts

Ripartire, con l’entusiasmo di sempre – IL PUNTO

admin

Aquile, Mister Erra l’uomo della svolta. Razzitti il più presente sin qui

admin

Bayeye è ufficialmente un calciatore dell’US Catanzaro

admin