Allenamenti Il Punto Primo Piano

Bagno di folla al “Ceravolo” per l’allenamento: “Catanzaro non retrocede”

banner

Diciottesimo posto in classifica; costretti a disputare i playout per non andare in D; una stagione che definire deludente è poco (con il derby contro il Cosenza perso in casa 0-3 dopo sessantasei anni in casa)… eppure i tifosi del Catanzaro ci sono.

Entusiasmante e, a tratti, commovente, l’ultima fase dell’allenamento odierno dei giallorossi, quando circa trecento supporters, hanno invaso le gradinate della tribuna del “Ceravolo”, per sostenere i calciatori in campo e “accompagnarli” al match di domenica. Sembrava di assistere al festeggiamento di una promozione, oppure uno sprone in vista di una gara playoff.

Quaranta minuti a tifare, senza fermarsi mai. Ai cori che, abitualmente, vengono lanciati dalla curva, la domenica, se ne è aggiunto uno, forte e chiaro: “Catanzaro non retrocede”. No, non si può nemmeno pensare di scendere nei dilettanti, un pubblico così non lo merita. Giovinco e compagni hanno il dovere di dare il massimo e di spingersi oltre i propri limiti, per salvare i colori giallorossi nella doppia sfida contro i cugini vibonesi. Il calcio sui Tre Colli ha una valenza primaria ed è forse l’unica risorsa che unisce la città intera. Giovani ed anziani, uomini e donne, presenti per far capire, qualora ce ne fosse bisogno, la passione di questa piazza, che meriterebbe ben altri palcoscenici. Speriamo, con tutto il cuore, che i ragazzi in campo, abbiano recepito il messaggio.

Per la cronaca, nella fase d’allenamento aperta al pubblico, mister Erra ha fatto disputare una partitella a campo ridotto, a ranghi misti. Entrambe le squadre erano schierate con un 4-4-2 visti gli uomini a disposizione. In evidenza Bensaja, Basrak e Giovinco autori di un gol. Sarao e Gomez totalmente annullati da Prestia e Sirri.

Bellissima la “fotografia” finale, al termine della sgambata, con calciatori e staff tecnico sotto la tribuna, a ricevere l’applauso dei tifosi, autentici protagonisti di questo pomeriggio, per restituire un sentito ringraziamento. Bisognerà essere presenti, in massa, domenica nell’andata della sfida salvezza con la Vibonese, lasciando da parte ogni forma di contestazione e acredine.

Il Catanzaro non si discute, si ama!

 

Ferdinando Capicotto

 

Related posts

Aquile così no! 4-0 del Matera

admin

Catanzaro vs Viareggio – La Photogallery

admin

“Il Giallorosso” presenta la Progressive Web App: il saluto dell’editore Conforto

admin