Il Punto Partite Primo Piano

Aquile così no! 4-0 del Matera

banner

Grandi_Paganese_2016Il Matera liquida il Catanzaro con un secco 4-0. Dopo un assalto iniziale i giallorossi avevano controllato il primo tempo, andando vicini al gol anche con Cunzi autore di una traversa. Poi il gol a fine primo tempo tanto contestato dall’US ha fatto in modo che la sfida prendesse una piega ben delineata. Nella ripresa le aquile sono crollate con un’altra rete regalata. Le scelte di Somma di mettere una serie infinita di attaccanti, allungando i suoi e perdendo equilibrio hanno poi permesso ai lucani di dilagare. Giovinco e compagni ancora non sono andati a segno in trasferta. Sconfitta meritata complessivamente in un campo dove è difficile prendere punti.

Mister Somma schiera la squadra con l’ormai consueto 3-4-1-2 con Pasqualoni al posto dell’infortunato Sabato. Per il resto è lo stesso undici che ha iniziato con il Taranto la gara vinta domenica scorsa. Davanti a Grandi ci sono Di Bari, Prestia e Patti; Esposito e Pasqualoni gli esterni con Carcione e Roselli in mediana; Baccolo ad agire tra le linee dietro al duo Cunzi-Giovinco.

Brutta palla persa dalle aquile all’8’, Iannini serve Louzada che mette in mezzo ma la difesa giallorossa si salva in angolo. Il tema tattico della gara è chiaro sin dalle prime battute di gioco con i padroni di casa a fare la partita e l’US a provare a far male in contropiede. Pressa alto la squadra di Mister Auteri. Bella parata di Grandi in corner su un tiro di Strambelli da fuori area. Nitidissima occasione ancora per Strambelli che si presenta davanti al portiere del Catanzaro che con i piedi si rifugia in angolo. Inizio troppo timido da parte di Cunzi e compagni, rintanati nella propria metà campo. Al 18’ si fa vedere l’US con Esposito che serve Baccolo, ma il centrocampista in area cincischia e perde palla. Lucani che sono senza l’infortunato Infantino. Agisce da falso nove Negro. Tanto possesso palla per i biancoazzurri, ma gli ospiti sembrano aver preso le misure. Poi al 39’ Cunzi colpisce una clamorosa traversa con un bel destro dalla distanza. Contropiede di Giovinco poco dopo con un tiro di poco a lato dal limite. Padroni di casa nervosi, ma proprio al 45’ Negro servito da Iannini si invola sulla destra e realizza il vantaggio. Grosse proteste però da parte del Catanzaro. Le aquile avevano messo sportivamente palla fuori per un piccolo infortunio a Strambelli ed i materani hanno troppo aggressivamente cercato di riprendere la sfera, una volta restituita. Ciò fa saltare i nervi a tutta la rosa dei calabresi. Alla fine il direttore di gara ammonisce Cunzi e Strambelli. Molta agitazione da entrambe le parti mentre le compagini si dirigono verso il tunnel.

Al 47’ destro di Pasqualoni alto. Catanzaro che comincia la ripresa con il baricentro più avanzato. Centrale la conclusione di Giovinco facile preda di Bifulco. Al 50’ Negro si incunea in area ed il suo tiro è rimpallato da Patti in angolo. Sagra degli errori in un minuto: da un lato Carcione spara addosso a Bifulco su assist di Cunzi a tu per tu con i portiere; dall’altra parte Negro a porta vuota spedisce la palla indietro su cross basso di Di Lorenzo a tagliare l’area. Al 59’ Patti perde palla portandola in fallo laterale. Rimessa veloce per Iannini che a tu per tu con Grandi lo fredda. Veramente due gol da polli quelli subiti dalla retroguardia giallorossa. Proprio Patti lascia il posto a Tavares. Al 65’ proprio il portoghese chiama in causa Bifulco con un colpo di testa debole e centrale. Annullato un gol a Cunzi per fuorigioco. Nell’occasione il giallorosso si scontra con Bifulco ed è costretto ad uscire. Al suo posto Campagna. Al 75’ destro di Iannini di poco a lato. Blocca Grandi su Casoli poco dopo. Somma termina la partita a trazione totalmente anteriore con Sarao al posto di Carcione. All’81’ ancora Grandi si oppone ad Armellino. Il centrocampista ci riprova due minuti dopo, ma il tiro a volo termina alto. Contropiede dei padroni di casa e Carretta si vede parare la conclusione da Grandi. Il portiere sicuramente il migliore dei suoi. All’86’ Sartore sigla il tris. Si era opposto Grandi in un primo momento. Aquile che crollano nel secondo tempo. Fanno un po’ discutere i cambi di Somma. Il tecnico ha allungato troppo la squadra, facendole perdere equilibrio. Nel recupero arriva anche il quarto gol di De Rose.

Ora subito testa alla gara interna con il Melfi per tornare alla vittoria. I giallorossi non possono permettersi passi falsi contro la squadra fanalino di coda. Perdere a Matera ci può stare, però l’US dovrebbe evitare di sfaldarsi così come accaduto a Lecce. Alle volte perdere con uno o due gol è diverso dal tornare a casa con quattro reti sul groppone.

Ferdinando Capicotto

Related posts

Catanzaro vs Grosseto – La Photogallery

admin

Il Catanzaro riparte con una vittoria: 2-1 sul Bisceglie

admin

Ora è ufficiale: Carmine Donnarumma nominato Direttore Generale dell’US

admin