Il Punto Partite Primo Piano

Aquile indecenti: la Paganese vince 0-2

banner

Reginaldo_Deli_PaganeseLa Paganese espugna per la prima volta il “Ceravolo“. Le aquile perdono 0-2 regalando praticamente un tempo ai campani giunti in Calabria con 0 punti e tre sconfitte sul groppone. Una brutta copia della squadra che ha schiacciato l’Andria domenica scorsa. L’impressione è che lo stesso Somma ci abbia capito ben poco della gara odierna: il trio Campagna-Cunzi-Giovinco non ha prodotto nulla ed il fatto che alla mezz’ora il tecnico abbia sostituito Campagna facendo entrare Tavares, ne è la prova. Su cinque partite fin qui disputate è la quarta volta che l’US non va’ a segno: dato molto preoccupante. L’ambiente è sempre più teso in casa giallorossa.

Mister Somma deve fare a meno dello squalificato Prestia, espulso a Lecce, ma ritorna Baccolo in mediana. Il 3-4-1-2 vede Grandi in porta; Pasqualoni, Di Bari e Patti in difesa; Esposito e Sabato sugli esterni con Baccolo e Roselli a centrocampo; Giovinco dietro a Cunzi e Campagna.

Dopo il minuto di raccoglimento per la scomparsa del Presidente emerito della Repubblica, Ciampi, Mastrodonato di Molfetta fischia l’inizio. Paganese pericolosa al 3′ con Iunco, ma al momento di calciare davanti a Grandi, Pasqualoni devia in angolo. Nell’occasione brutto scivolone di Di Bari. Le aquile non entrano in partita e vengono punite al 10′ da Deli che mette dentro da due passi dopo una discesa di Iunco. Troppa libertà concessa all’esterno da Pasqualoni. Al 13′ rovesciata di Reginaldo bloccata da Grandi. Sinistro al volo di Iunco a lato poco dopo. Padroni di casa in bambola ed al 25′ Iunco anticipa Di Bari e lancia Reginaldo verso la porta: l’ex Siena supera Grandi e realizza il meritato 0-2. US non pervenuto. La sveglia arriva con il palo di Pasqualoni, successivamente. Somma richiama in panchina Campagna ed inserisce Tavares, tra i mugugni del pubblico. Al 42′ destro di Roselli al volo dal limite respinto dalla difesa.

Si apre la ripresa ed al 47′ un tentativo da fuori di Patti sorvola la traversa. I giallorossi provano a destarsi, ma è centrale la punizione di Giovinco sulla quale per poco Marruocco non combina la frittata. Qualche istante più tardi, un tiro fuori misura di Giovinco dalla distanza è l’emblema della gara delle aquile. Al 60′ colpo di testa alto di Cunzi da buona posizione. La Paganese controlla e si fa vedere ogni tanto dalle parti di Grandi; al 78′ Reginaldo calcia sopra la traversa. L’US però ha l’occasione di riaprire il match per un contatto in area su Cunzi: per Mastrodonato è rigore, ma dal dischetto Tavares calcia centrale e para Marruocco. Giornata sempre più buia. All’88’ il veterano portiere azzurrostellato compie un autentico miracolo su Baccolo che all’88’ gira a colpo sicuro, un suggerimento dalla destra. Finisce l’incontro tra i numerosi fischi dei pochi presenti.

Alla prossima giornata ci sarà il Messina per una sfida da vincere a tutti i costi. Il Catanzaro non può permettersi altri sbagli con squadre che lotteranno per la salvezza. Sarà un altro campionato di sofferenza. Cambieremo mai rotta?

Ferdinando Capicotto

Related posts

Lavoro mattutino per le Aquile; mercoledì la prima sgambata in famiglia

admin

Dionigi e le assenze in attacco: “Chi giocherà dovrà sfruttare l’opportunità”

admin

Catanzaro VS Messina – La Photogallery

admin