Il Punto Partite Primo Piano

Aquile nemmeno stavolta sconfitte al “San Vito”: 1-1 e grande prova d’orgoglio

banner

Basrak_Fondi_2016Finisce 1-1 il sentito derby Cosenza-Catanzaro. Si allunga la striscia positiva delle aquile a quattro partite senza perdere. Lupi che non vincono in casa da ben 32 anni contro l’US. Nemmeno questa volta i rossoblù riescono a battere i giallorossi al “San Vito”. Ottima la reazione rabbiosa degli uomini di Mister Zavettieri che una volta in svantaggio hanno subito pareggiato. Peccato perché Esposito e compagni hanno anche sfiorato la rete del sorpasso. Da evidenziare la capacità di soffrire delle aquile che sono state compatte per tutto il match.

Mister Zavettieri deve fare la conta degli uomini a disposizione. Nel 4-4-2 iniziale ci sono De Lucia in porta; Pasqualoni, Prestia, Sabato ed Imperiale in difesa; Icardi, Maita, Van Ransbeeck ed Esposito a centrocampo; Giovinco e Basrak in avanti.

Fasi iniziali di studio fra le due compagini. Si capisce subito l’importanza della partita che esula dai 3 punti in palio. La prima conclusione è di Van Ransbeeck, al 10’, a lato con Perina che controlla la sfera termina fuori. Risposta del Cosenza con un colpo di testa di Gambino parato facilmente da De Lucia. Il centravanti, lasciato colpevolmente solo, ha colpito troppo debolmente. Al ’16 buona incursione di Giovinco che con il destro costringe Perina in angolo. Con il passare dei minuti il Catanzaro indietreggia ed i lupi prendono il possesso del centrocampo. Le aquile, però, difendono ordinatamente. Finisce un primo tempo all’insegna della noia.

Buona chance per Icardi al 55’ in contropiede. Il numero 4 purtroppo non la sfrutta adeguatamente mandando alto la sfera con un pallonetto. Al 61’ traversa clamorosa di D’Anna. Miracolo di De Lucia che devia la sfera sul legno. Sul corner i lupi passano in vantaggio con Statella. Incredibile il liscio della retroguardia giallorossa. Reazione immediata delle aquile che durante il coro “Serie D” dei tifosi cosentini pareggiano con Basrak. Tap-in del serbo su assist di Icardi. Ma da segnalare l’ingenuità della difesa rossoblu che si lascia infilare con estrema facilità. Al 69’ colpo di testa di Caccetta a lato. Mister Zavettieri inserisce Campagna per Imperiale. Ripartenza proprio del nuovo entrato che centra in pieno il palo, poi Perina si salva su Giovinco. Poco dopo esce Van Ransbeeck, al suo posto Baccolo. All’80’, Maita spreca una grande chance servendo con un pallone troppo lungo Basrak che si sarebbe ritrovato di fronte a Perina. All’84’ Giovinco conclude fuori misura di sinistro. Termina dopo 4 minuti di recupero.

Catanzaro che sale a 16 punti in classifica. Mai come quest’anno il pericolo di uscire sconfitti dal “San Vito” era altissimo con tanto di insulti sportivi a non finire. L’auspicio è che questo pari possa rappresentare un’ottima iniezione di fiducia in vista del proseguo del campionato. Giovedì prossimo contro il Francavilla bisognerà dare ancora continuità e cercare di chiudere il 2016 con una vittoria.

Ferdinando Capicotto

Related posts

Il Catania punta al ruolo da protagonista del Mercato – Il Punto

admin

US, Gessica Cosentino nominata Amministratore Unico: “Nessuna trattativa avviata”

admin

Aquile, 3 a 0 senza storia sul Foggia di Iemmello

admin