Il Punto Partite Primo Piano

Aquile, pareggio senza reti ad Andria in dieci. Con il Monopoli sarà decisiva

banner

Grandi_Paganese_2016Conquista un altro punto il Catanzaro. Come all’andata con la Fidelis Andria finisce 0-0. I giallorossi hanno giocato l’ultima mezz’ora in dieci uomini per l’espulsione di Bernardi per fallo da ultimo uomo. Gara sostanzialmente noiosa con i padroni di casa già salvi che non hanno inciso particolarmente nemmeno quando hanno giocato in superiorità numerica.

Mister Erra lascia in panchina Firenze e Maita. Il secondo, diffidato, parte dalla panchina a scopo precauzionale. Troppo importante la sfida contro il Monopoli del “Ceravolo” che probabilmente sarà decisiva. Grandi in porta; Bernardi, Ricci, Patti e Squillace in difesa; Agnello, Garufi e Olivera a centrocampo; Mancuso e Agodirin esterni con Razzitti centravanti.

Il primo tentativo arriva solamente al ’15 con un destro di Squillace da fuori area terminata a lato. Al ’18 risposta dell’Andria con Grandolfo che si libera facilmente di Bernardi e davanti a Grandi lo grazia spedendo a lato. Al ’19 Patti avanza e tira troppo debolmente con la sfera, controllata da Poluzzi, che si avvia sul fondo. Al ’22 Stendardo di testa su calcio d’angolo manda a lato. Al ’24 ancora Grandolfo crea il panico nella retroguardia giallorossa con Squillace che per poco non effettua una clamorosa autorete: la sfera deviata da Grandi tocca il palo. La partita scorre senza emozioni sino al ’45 quando una punizione di Patti termina fuori. Termina il primo tempo senza recupero.

Al ’48 Poluzzi viene impegnato da un bel diagonale di Agodirin. Al ’59 cambia la partita. Lancio di Strambelli per Grandolfo che viene messo giù da Bernardi. Il centravanti aveva sbagliato il controllo. Il direttore di gara espelle il terzino per fallo da ultimo uomo. È la terza espulsione di Bernardi in questo campionato, la seconda in trasferta. Sulla punizione Strambelli calcia sopra la traversa. Corre ai ripari Mister Erra inserendo Calvarese per il solito spento Mancuso. È all’’81 che si fa vedere l’Andria dalle parti di Grandi con un tiro strozzato di De Vena, subentrato a Grandolfo. Dopo quattro minuti di recupero termina una secondo tempo noioso.

Il Catanzaro sale così a 35 punti. Ora si attende al “Ceravolo” il Monopoli senza ancora sapere se i giallorossi saranno avanti in classifica o se le due compagini saranno appaiate. Quel che è certo è la delicatezza di una sfida praticamente decisiva: uno spareggio. Ora più che mai l’ex “Militare” dovrà recitare la parte del dodicesimo uomo per spingere le aquile ad una vittoria troppo importante.

Ferdinando Capicotto

Related posts

Il rammarico di Campilongo: “A loro il primo set, ma siamo vivi”

admin

Sport 360 – Playoff, Como in serie B

admin

US, 0 a 0 privo di emozioni ad Ischia

admin