Vuoi la tua pubblicità qui? Contattaci

Notizie Partite Primo Piano

Aquile strepitose in volo al Bentegodi passano il turno in Coppa Italia

banner

Che partita del Catanzaro al “Bentegodi”, sorprende positivamente per voglia e intraprendenza al cospetto del favorito Chievo, alla fine commuove anche. Subisce il gol di De Luca nel finale del primo tempo ma è abile nel riequilibrare la gara nella ripresa con un preciso stacco di testa di Martinelli. L’espulsione di Riggio complica i piani di Calabro che però dispone molto bene i suoi negli ultimi dieci minuti della gara e si arriva ai supplementari. Il capolavoro tattico di Calabro che schiera un perfetto 4-3-2 e i giallorossi in campo che gettano il cuore oltre l’ostacolo, consentono al Catanzaro di reggere e passare indenne i tempi supplementari. Alla lotteria dei rigori, interminabile, hanno la meglio le Aquile che chiudono 8-7 e si aggiudicano meritatamente il passaggio del turno.

Aquile in modalità “Coppa” con qualche novità in campo, su tutti l’esordio di Garufo e Curiale da poco aggregati, mentre in difesa riprende posizione Martinelli nel trio davanti a Branduani.

Incredibile occasione al 3′ per il Chievo con De Luca che non approfitta di un clamoroso errore in disimpegno di Martinelli, ma è lo stesso centrale giallorosso che recupera e mette in extremis una pezza. Catanzaro in ogni caso con buona personalità e per niente intimorito dalla squadra di casa, risponde dalla distanza con una doppia conclusione nel giro di due minuti di Curiale e Casoli, pericolosa la seconda con Seculin costretto in angolo.

Primo quarto d’ora positivo per il Catanzaro, giocatori che esercitano un convinto pressing già in fase d’attacco, Corapi come sempre detta legge in regia, Casoli tra i più intraprendenti. Qualche errore di troppo lo concede la difesa, come al 18′ quando Riggio è leggero in disimpegno e si perde Garritano sul quale è costretto a commettere fallo rimediando il primo giallo della gara. Arriva al 21′ anche Pinna al tiro, ma la conclusione è troppo laterale. Ci prova per gli scaligeri con un destro secco del veloce Morsay ma Branduani blocca a terra con sicurezza. Arriva la mezzora, Aquile alla pari col Chiavo, la differenza di categoria finora non si è vista. Buona occasione sui piedi di Casoli al 35′ che in contropiede colpisce di sinistro angolato costringendo Seculin a distendersi sulla sua sinistra.

Chievo al 40′ in vantaggio: fiammata improvvisa degli scaligeri con Palmieri che trova un preciso corridoio per De Luca che si rifà in scivolata dell’errore iniziale. Padroni di casa ora più pericolosi, Garritano scende in contropiede e va al tiro pericoloso che esce fuori di un soffio. Catanzaro che chiude il primo tempo sotto di un gol ma in attacco: angolo di Corapi sul quale Martinelli svetta più in alto di tutti senza però trovare la porta.

Riprende la gara, stessi giocatori del primo tempo. Il Catanzaro sembra ripartire con la stessa intensità dei primi 45 minuti, Chievo pericoloso in contropiede. Primo cambio per il Catanzaro al 54′, fuori Corapi  dentro Carlini per avere maggiore spinta e pericolosità in avanti. Bella giocata del Catanzaro che parte bene dalla difesa e porta al tiro Carlini con un tiro a giro che impegna Seculin in angolo. Dal corner Martinelli non perdona, svetta di testa e spedisce la palla in rete: è il 58′ e il Catanzaro pareggia.

Un errore di Gubrac di testa sotto porta, non consente al Chievo di tornare in vantaggio, nell’azione si fa male Martinelli che subisce un colpo al fianco ma riprende dopo un po’ il suo posto. Una serie di cambi degli scaligeri, ridà maggiore linfa ai padroni di casa, ma il Catanzaro rimane sempre attento e rischia poco, cerca ora di gestire, con Mister Calabro dalla panchina si fa sentire. Prima Fazio poi Martinelli sono prodigiosi in chiusura su De Luca. Al 78′ Riggio rimedia il secondo giallo per un fallo inutile a centrocampo, Aquile costrette a giocare con un uomo in meno negli ultimi 10 minuti e si schierano con un 4-3-2. Catanzaro che nonostante l’inferiorità numerica ha due buone occasioni , entrambe con Curiale che va molto vicino al gol del vantaggio.

Si arriva ai tempi supplementari. Aquile in debito di ossigeno e con un uomo in meno, si difendono con ordine giocando di squadra e mettendo dentro il cuore. Al 98′ errore di impostazione nel centrocampo giallorosso e il Chievo parte in contropiede, stoico Martinelli che nonostante le precarie condizioni fisiche recupera e salva sulla linea di porta. Catanzaro tutto proteso in difesa del risultato, si gioca ad una porta sola. Giocatori del Catanzaro stanchissimi, subiscono la pressione del Chievo che crea nel secondo tempo supplementare una serie di palle gol, clamoroso al 110′ il palo di Palmiero. Occorre qualche cambio per i giallorossi ma mister Calabro non muove nulla fino al 114′, quando Bayeye sostituisce Risolo. Ultimi 5 minuti e il Catanzaro per poco non trova con Curiale il jolly ma Seculin si oppone. In dieci anche il Chievo, espulso al 118′ Cotali. Si va ai rigori, anche questi interminabili: Carlini, Curiale, Martinelli, Pinna, Garufo, Casoli, Verna e un super Branduani regalano il passaggio del turno alle Aquile!

 

Danilo Ciancio

Related posts

Catanzaro VS Cosenza – La Photogallery

admin

Erra: “Concentrati solo su di noi”

admin

Tra poco Catanzaro-Melfi: attacco guidato da Razzitti

admin