Vuoi la tua pubblicità qui? Contattaci

Pagelle Primo Piano

Carlini inventa, Fazio realizza – Le Pagelle

banner

Branduani 6

Forse legge con un po’ di ritardo il tiro di Zenuni, ma la sassata è di quelle che non lasciano scampo. Bravo in avvio di gara a dire no ad Ekuban lasciato solo

 

Riccardi 6,5

Cresce in personalità di partita in partita, bravo nella ripresa con il risultato in bilico a frasi trovare pronto a spazzare l’area di rigore con un doppio intervento su una pericolosa incursione di Nunzella

 

Fazio 7

In marcatura è impeccabile, per quanto a due minuti dalla fine del primo tempo qualcosa di meglio poteva farla in occasione dell’azione del pareggio biancoazzurro. Con merito segna il gol del vantaggio grazie ad un colpo di testa chirurgico

 

Martinelli 6,5

Unica svista quando si lascia sfuggire Ekuban nel primo tempo, per il resto partita da leader: con uno dei suoi soliti lanci dalle retrovie mette Di Massimo davanti a Crispino ma il compagno spreca

 

Casoli 5,5

Oggi meno incisivo del solito, si macchia dell’errore in ripartenza che porta al gol del pareggio di Zenuni. In quella zona di campo e a pochi minuti dalla chiusura del primo tempo, avrebbe dovuto spazzare lontano anziché tentare un appoggio maldestro. Meglio nella ripresa

 

Verna 6

Match in chiaro scuro. Partenza da motore diesel, esce fuori un po’ alla distanza. La pecca più evidente, non prova mai il tiro da fuori area neanche quando si presenta l’occasione propizia

 

Contessa 5,5

Entrambi gli esterni oggi deludono: come per Casoli, poco presente sulla fascia e il numero (e la qualità) dei cross ne risentono inevitabilmente

 

Risolo 6,5

Altra prestazione più che convincente, sarà dura per Corapi e compagni prendergli il posto

 

Di Massimo 6

Siamo alle solite, capace di grandi cose in quanto tecnicamente indiscutibile, proprio per questo non si comprende come vada così in difficoltà nelle realizzazioni, soprattutto in quelle più semplici come ad inizio ripresa quando si trova a tu per tu con Crispino

 

Carlini 7

Il faro giallorosso: il Catanzaro si accende e si spegne grazie alla sua vena. Gioca come al solito a tutto campo per quanto Trocini gli riservi una gabbia ad ogni ripartenza: si inventa il destro col contagiri sulla testa di Fazio che vale il meritato vantaggio delle Aquile

 

Curiale 5,5

Incide poco lì davanti, prova a giocare di sponda ma l’impressione è che la continua staffetta con Evacuo non giovi ad entrambi

Evacuo 5,5

Il terreno non sembra il più adatto alle sue caratteristiche: per quanto generoso, lotta procurandosi qualche buona punizione ma è troppo poco per un bomber come lui per ottenere la sufficienza

 

Di Piazza 5,5

Le aspettative continuano ad essere tante, ma non riesce proprio a decollare con questa maglia

 

Altobelli e Baldassin S.V.

 

Mister Antonio Calabro 6,5

Sarebbe stato importante uscire con i tre punti dal “Giovanni Paolo II” che si conferma terreno ostico per i giallorossi. Il suo Catanzaro in ogni caso dimostra personalità e continuità di gioco, a tratti anche piacevole, sia pur al cospetto di una squadra che siamo sicuri renderà la vita difficile a tutti tra le mura amiche. Incamerato il quarto risultato utile consecutivo, ora si tratta di perfezionare alcuni aspetti che rischiano di vanificare gli sforzi del collettivo, come ad esempio alcune evitabili disattenzioni difensive ovvero le scarse conclusioni dalla distanza, soprattutto da parte dei centrocampisti che costituiscono un limite alle realizzazioni di questa squadra. Bisogna crederci perché se la Ternana sembra non conoscere freno, il Catanzaro deve pensare a fare il suo campionato ed a farsi trovare pronto a qualunque possibile evoluzione lì davanti.

 

Danilo Ciancio

Related posts

Aquile, Van Ransbeeck per il centrocampo

admin

Giusto pareggio tra Aquile e Vespe: 1-1 al “Menti”

admin

“Ricordati di me…” – Riccardo Illario, il pragmatico

admin