Il Punto Partite Primo Piano

Il Catanzaro passa ma non regge: vince il Lecce

banner

Si ferma a sei la striscia positiva del Catanzaro. I calabresi vengono sconfitti dal Lecce 1-2 in rimonta. E’ un peccato perché fino a 25 minuti dal termine l’US stava veramente gettando il cuore oltre l’ostacolo, contenendo la co-capolista. Poi purtroppo Icardi, volenteroso pressa l’intera difesa del Lecce, nessuno copre sulla sua fascia e Doumbia riesce a sfruttare la superiorità numerica. Subito il pareggio, come al solito le aquile subiscono il colpo e così emerge la squadra forte che ne approfitta e ribalta il risultato. Purtroppo il copione è sempre quello: discreti in difesa, poca cosa in avanti. E’ la terza volta nella storia che i pugliesi vincono a Catanzaro.

Mister Zavettieri schiera i suoi con un classico 4-4-2. Davanti a De Lucia ci sono Pasqualoni, Prestia, Sirri e Sabato in difesa; Icardi, Carcione, Maita ed Esposito a centrocampo; Sarao-Giovinco coppia d’attacco.

Gli ospiti partono forte e creano qualche affanno di troppo alle aquile con un pressing molto alto ed aggressivo. Al 4′ comunque è Icardi il primo a tirare con Bleve che para in due tempi. Buon uscita di De Lucia ad anticipare Caturano al 9′. In particolare l’US soffre sulla fascia sinistra. Sabato ed Esposito sono in grande difficoltà. Al 19′ punizione di Carcione fuori. Al 24′ brutta palla persa di Maita, Pacilli si invola e tira alto. Al 27′ angolo di Carcione e Prestia, di testa porta in vantaggio le aquile. Al 33′ Sarao non arriva per poco su un cross teso di Icardi. Pericolose mischie in area calabrese. Spinge il Lecce, ma non riesce a pareggiare e dopo un minuto di recupero l’arbitro manda le squadre negli spogliatoi.

Al 47′ tentativo alto di Caturano. Dieci minuti più tardi frittata di Sabato e Prestia salva su Doumbia. Al 59′ proprio Doumbia calcia a lato. Al 68′ scambio Caturano-Doumbia che porta l’esterno ospite a superare De Lucia e pareggiare. Al 75′ esordio del nuovo arrivato Mancosu che prende il posto di Sabato. Poco dopo giunge il sorpasso del Lecce con Lepore che stacca di testa indisturbato al centro dell’area su cross di Caturano. Zavettieri inserisce Cunzi per Carcione. Ultimo cambio Basrak-Giovinco. All’86’ De Lucia blocca sul Mancosu ospite. Termina l’incontro dopo oltre tre minuti di recupero.

Il Catanzaro rimane fermo a quota 18. La salvezza diretta è a 3 punti ed ora si apre una striscia di scontri diretti da non fallire assolutamente. Si inizia con la doppia trasferta di Pagani e Messina. Bisogna rialzarsi subito e ripartire da ciò che di buono Prestia e compagni fanno vedere in campo. La permanenza della categoria non è una missione impossibile.

Ferdinando Capicotto

 

Related posts

Juve Stabia, addio playoff: passa il Bassano ai rigori

admin

Dimentichiamo l’ego di Ripa: adesso ripartiamo – IL PUNTO

admin

US, arriva il portiere: Migani dal San Marino

admin