Partite Primo Piano

Catanzaro sciupone, ingiusto pareggio: il Fondi strappa un punto, è 1-1

banner
Fondi_D'Agostino_FissoreTermina 1-1 tra Catanzaro e Fondi. Un pareggio che lascia l’amaro in bocca ai giallorossi vista l’enorme quantità di palle gol costruita specialmente nel primo tempo. Poi una volta trovato il vantaggio, l’US si è chiuso in difesa ed i laziali hanno pareggiato. Il tecnico dei calabresi non è riuscito a spronare i suoi che anzi hanno subito il contraccolpo psicologico. Non sono mancate le chance per risegnare ma il risultato non si è più sbloccato.
Mister Zavettieri propone il rientrante Carcione  dall’inizio. Nel consueto 4-4-2 ci sono De Lucia in porta; Pasqualoni, Prestia, Patti e Sabato in difesa; Icardi, Carcione, Maita ed Esposito a centrocampo;Cunzi e Giovinco davanti.
Subito Catanzaro vicinissimo al gol con Esposito. Cross di Pasqualoni al 2′, stacco dell’esterno e miracolo di Coletta in angolo. Poco dopo destro di Pasqualoni alto non di molto. Risposta del Fondi con Tiscione ma De Lucia blocca. Bell’azione dei giallorossi conclusa con un tiro di Giovinco parato. Al 10′ sinistro dalla distanza di Patti sopra la traversa. Un po’ indeciso Coletta su una conclusione di Carcione da lontano. Partita che scende di tono dopo un inizio a ritmo elevato. Problemi per Cunzi che è costretto ad uscire: al suo posto Basrak al 32′. Occasionissima per Esposito che scatta sul filo del fuorigioco ma davanti a Coletta cincischia e nel tentativo di superarlo di fa anticipare da un difensore. Al 36′ Giovinco per Basrak che a tu per tu con Coletta gli tira addosso; il portiere respinge anche su Esposito. Gran primo tempo delle aquile che hanno l’unico demerito di non segnare. Il direttore di gara manda le squadre negli spogliatoi dopo due minuti di recupero.
Inizio ripresa Maita serve Carcione che sbaglia un rigore in movimento sparando alto. Al 48′ Basrak parte in contropiede e fulmina Coletta per il meritatissimo vantaggio delle aquile. Al 50′ punizione a lato di Giovinco. Al 56′ è alto il calcio piazzato di Bombagi dal limite. Poco dopo “scorpione” di D’Agostino sopra la traversa. US che si abbassa troppo. Uscita kamikaze di De Lucia che soffia la sfera a Calderini. Aquile che sono troppo chiuse e giunge il pareggio di D’Agostino su assist di Calderini al 63′. Catanzaro che subisce un po’ il colpo. Al 72′ Carcione a lato dalla distanza. Maita chiama all’intervento Coletta che blocca. Il portiere ospite anticipa poco dopo Basrak. Carcione è costretto ad uscire ed entra Tavares. All’87 destro di Giovinco deviato in angolo. Dal corner Basrak da due passi manda alto. Al terzo minuto di recupero l’arbitro decreta la fine dell’incontro.
Il Catanzaro termima il proprio girone d’andata con il magro bottino di 15 punti e in fondo alla classifica. Nel girone di ritorno – che si aprirà con il derby a Cosenza fra cinque giorni – bisognerà necessariamente fare di più.
Ferdinando Capicotto

 

Related posts

“Il Giallorosso” incontra l’Assessore Sgromo – L’Intervista

admin

Giampà: “Dobbiamo dare una svolta a questo campionato”

admin

Aquile, moria di attaccanti

admin