Notizie Primo Piano

“Ciao Bruno… fotografo, tifoso… simbolo” – di Maurizio Martino

banner
Parlare della scomparsa di un amico che ha lasciato nello sgomento e nello sconforto i suoi affetti più cari e uno sterminato stuolo di amici, non è facile ed è sempre un po’ rischioso cadere nella retorica. Ma per Bruno Cuteri questo rischio non si corre affatto. In città, negli ambienti sportivi, calcistici in particolare, era conosciuto da tutti perché sapeva farsi amare ed apprezzare per la sua estrema bontà d’animo, la sua semplicità e simpatia. A causa dei suoi gravi problemi di salute ha dovuto fare tante rinunce nel corso della sua giovane vita ma il suo carattere tranquillo e il suo essere sempre positivo non gli hanno mai consentito il benché minimo lamento o sofferenza. Proprio per i valori in cui credeva fermamente, amore, rispetto, gioia di vivere, Bruno è riuscito a farsi amare senza compromessi, incondizionatamente. Non poteva essere diversamente. In una realtà come quella odierna, piena di compromessi e sotterfugi, ricatti, accordi sottobanco, Bruno Cuteri rappresentava la classica voce fuori dal coro.
La sua passione era la fotografia. Lo si vedeva a bordo campo durante gli incontri del suo amato Catanzaro. Il suo obiettivo ha immortalato le gesta e i protagonisti in giallorosso per oltre 20 anni, al Ceravolo ma spesso anche in trasferta come nel caso dell’ultimo derby giocato contro i cugini del Cosenza. Era il fotografo tifoso, vicino agli ambienti ultrà con i quali appunto condivideva la sua sfrenata passione per i colori giallorossi. 
Ci mancheranno le sue battute, il suo sorriso, la sua semplicità ma soprattutto il suo amore. La sua anima, per usare un’espressione del fratello Francesco nel corso del suo toccante personale ricordo al termine dei funerali, ha deciso di scegliere proprio quel giorno per nascondersi tra i fiocchi di neve, che raramente si vede dalle nostre parti, che cominciavano ad imbiancare il quartiere Stadio dove viveva da sempre.
Ciao Bruno, i tuoi flash continueranno ad illuminare le nostre vite e rappresenteranno il tuo sorriso perenne, eterno come eterno sarà il nostro ricordo.
I tuoi scatti più belli continuerai a farli da lassù perché tu e il tuo e nostro Catanzaro non potranno mai scomparire.
Maurizio Martino

Related posts

Impresa giallorossa: 3 a 3 in rimonta al “Provinciale” di Trapani

admin

Spader non è più l’allenatore del Catanzaro

admin

Vittoria! Le Aquile espugnano Ischia: salvezza possibile

admin