L'azione del discusso rigore non dato ai giallorossi L'azione del discusso rigore non dato ai giallorossi

Serie B 29a giornata: big match alla Cremonese, controsorpasso Palermo sul Catanzaro

Scritto da  Daniel Mastellone Mar 13, 2024
Questo articolo contiene parole
Il tempo di lettura è di circa minuti.
Livello di difficoltà di lettura:

Parma sempre più vicino alla seria A, big match di giornata alla Cremonese che batte il Como, nuovo sorpasso delle Aquile rosanero su quelle giallorosse. Esoneri in casa Cosenza e Ascoli.

Anche se in extremis, il Parma di Pecchia ribalta il risultato e frantuma i sogni di gloria del Brescia: primi 45' Rondinelle propositive e al minuto 16' vanno in vantaggio con Jallow. La ripresa offre una gara decisamente più movimentata e soprattutto agonistica come testimoniano i tanti cartellini gialli, ma il Parma spinge e crea di più e al minuto 52' arriva il pareggio ad opera del solito Man col piattone. La remontada si completa nel finale, complice la doppia ammonizione rimediata dal subentrato Huard, grazie ad Osorio che sfrutta lo spazio sulla corsia destra e pesca al centro la testa di capitan Del Prato. La sfida che può valere il secondo posto in Serie A la vince la Cremonese che allo "Zini" batte il Como. Partita condizionata dall'espulsione di Strefezza dopo appena 13 minuti e la Cremonese approfitta della superiorità numerica realizzando con Coda (in foto mentre esulta) un calcio di rigore. Nel secondo tempo il lariano Da Cunha, direttamente su punizione, pareggia temporaneamente i giochi ma poco prima dello scadere, un tiro potente e preciso di Zanimacchia regala i tre punti ai grigiorossi che volano a +4, restando gli unici in scia del Parma. Como scavalcato dal Venezia che supera il Bari grazie alle reti in avvio di Gytkjaer e Altare, bomber Pohjanpalo arrotonda allo scadere dopo un gol annullato a Jajalo (fuorigioco di Sverko sulla traiettoria). Non basta Puscas ai biancorossi, un solo punto nelle ultime quattro gare.

Vittoria di misura del Palermo sul Lecco. Gara avvincente soprattutto nel primo tempo, con i padroni di casa maggiormente pericolosi in avvio, prima che Nedelcearu portasse in vantaggio il Palermo con un colpo di testa su azione di corner. E' il gol che regala a mister Corini una vittoria preziosissima che gli consente di scavalcare il Catanzaro che si ferma in casa e vede sfumare i sogni di promozione diretta. Cinica e fortunata la Reggiana che non vinceva dal 27 gennaio scorso e che grazie all'autorete di Fulignati conquista tre punti preziosi, pesa però un rigore negato ai giallorossi per un evidente fatto di mano (foto in copertina). Pareggio tra il Cosenza ed il Cittadella che costa l'esonero a mister Caserta che fa posto all'ex Viali autore della salvezza dei lupi lo scorso anno. Le due squadre hanno combattuto senza però riuscire a creare grosse occasioni da gol e guadagnano un solo punto che cambia poco la classifica di entrambe le squadre. Cittadella che interrompe la striscia negativa di otto sconfitte consecutive. Il Pisa in extremis batte la Ternana e guadagna tre punti preziosi: la gara si sblocca nel finale, grazie ad un colpo di testa di Moreo che supera Iannarilli. Due legni per la formazione ospite colpiti da Luperini e Favilli, almeno tre interventi decisivi di Loria. La Sampdoria riesce a ribaltare il match con l'Ascoli nella ripresa e a portare a casa i tre punti grazie alle reti di Kasami e De Luca: il match si sblocca al decimo minuto con Valzania che serve in area, sulla destra, Duris, il quale finta il tiro con il destro rientrando sul sinistro e calciando verso il palo distante: la conclusione viene deviata e diventa imparabile per Stankovic. Nella ripresa la squadra di Pirlo entra in campo con uno spirito diverso, colpendo un palo con Alvarez dopo appena quaranta secondi dall'inizio del secondo tempo. Al 77esimo arriva la rete del pareggio con Esposito che serve De Luca in area, ma quest'ultimo viene anticipato da Kasami che conclude di prima intenzione, battendo Vasquez verso il palo di sinistra. All'84' si completa la rimonta con Barreca che crossa al centro dell'area piccola dove De Luca la butta dentro con la coscia. La vittoria vale l'aggancio al Pisa in ottava posizione, l'ultima valevole per l'accesso ai playoff, Ascoli terz'ultimo con mister Castori esonerato, al suo posto Carrera.

Gara surreale al "Braglia" tra Modena e Feralpisalò. Canarini in vantaggio grazie alla zuccata di Abiuso, ma raggiunti dal tiro da fuori area di Di Molfetta. Poi inizia la girandola di rigori: il primo, per gli emiliani, revocato, il secondo, concesso agli ospiti dopo on field review, trasformato da Butic. Un altro penalty riporta in partita la squadra di Bianco, è Palumbo a realizzarlo, poi Volpi prima concede e poi annulla un altro tiro dagli undici metri alla Feralpi. Massima punizione che però viene accordata e confermata al 90' per gli uomini di Zaffaroni, se ne prende la responsabilità La Mantia il quale spiazza Seculin regalando ossigeno puro alla formazione azzurroverde. Lo Spezia si aggiudica la gara contro il Sudtoriol salendo a quota 30 punti che le consente di tirarsi momentaneamente fuori dalla zona retrocessione diretta. Un rigore per parte trasformato dal solito Casiraghi per il Sudtirol e da Daniele Verde per lo Spezia: lo steso Verde realizza il gol del raddoppio che vale doppietta e tre punti.


TOP
Cremonese,Feralpisalò,Reggiana
RIMANDATI
Catanzaro,Ascoli,Como
FLOP
Lecco,Ternana e Modena

CLASSIFICA e RISULTATI

Devi effettuare il login per inviare commenti