Credit foto: Ternana calcio Credit foto: Ternana calcio

Serie B 30a giornata: colpo da A per il Venezia, risveglio Ternana ed Ascoli, al Cosenza non basta Viali

Scritto da  Daniel Mastellone Mar 18, 2024
Questo articolo contiene parole
Il tempo di lettura è di circa minuti.
Livello di difficoltà di lettura:

In questa fase sono ormai tutti punti pesanti: bene il Venezia, male la Cremonese. In coda Ternana ed Ascoli fanno un balzo nella lotta salvezza, mentre al Cosenza non basta il cambio in panchina. Catanzaro quinto.

Nuovo importante successo per il Parma, questa volta in casa della FeralpiSalò, nonostante i padroni di casa non abbiano reso semplice la vita alla squadra di Pecchia, Dopo la prima mezz’ora di gioco grande azione corale dei Ducali che parte dai piedi di Bernabé, poi Cyprien , Bonny di tacco e infine Mihaila porta in vantaggio il Parma. Nella ripresa la FeralpiSalò sembra più reattiva ne approfitta con Chichizola per pareggiare. Ma il Parma si desta e va subito al contrattacco siglando il vantaggio definitivo con Estevez. Prova di forza del Venezia che schianta il Palermo fischiato al "Barbera" dopo un perenterio 3-0 (Corini a rischio esonero) e ritrova il secondo posto in classifica: risultato che poteva essere anche più largo, bomber Pohjanpalo incanala la gara con una doppietta nella prima frazione, poi tante le occasioni sprecate per il colpo del ko, compreso un gol annullato a Olivieri, infine Gytkjer arrotonda nel finale. Per la prima volta in questa stagione di Serie B la Cremonese subisce un pesante 3-0 dal Sudtirol che al 39′ passa in vantaggio ad opera di Odogwu. Al 49′ l’episodio che certifica come gli ospiti non siano esattamente in partita: un retropassaggio di Antov arriva troppo forte sui piedi del portiere Jungdal, così Ciervo ha la possibilità di depositare in rete. Il disastro si completa all’83’, con Merkaj che evita Jungdal e s’invola a segnare il terzo gol. Il Como nella sfida contro il Pisa dopo soli dieci minuti imposta l’andamento del match: va in gol prima con Gabrielloni (di testa tra due difensori rivali), poi tocca a Bellemo approfittando del pasticcio tra Marin e il portiere Loria, portando così la gara sul 2-0 a porta praticamente vuota. Nel secondo tempo la squadra di Aquilani accorcia le distanze con il solito Barbieri ma a 10 minuti dalla fine il subentrato Cutrone chiude la pratica di contropiede, arrivando a quota 11gol stagionali nonostante non stia partendo titolare nelle ultime partite. Sfida spettacolare sugli spalti e in campo tra le due storiche piazze gemellate, Brescia e Catanzato. Ennesimo pasticcio italiano tra divieti, aperture e poi controchiusure nella prevendita biglietti, le due squadre si sono fronteggiate a viso aperto, ma alla fine non si è fatto male nessuno: una rete per tempo, prima il vantaggio giallorosso con Biasci, che di testa con un grande anticipo su Cistana, beffa l’estremo difensore dei lombardi, nella ripresa Borrelli per le Rondinelle sigla il gol del pareggio definitivo.

Samp corsara a Bari ed entra prepotentemente in zona play off. Parte subito propositivo il Bari, ma l'occasione vera e propria arriva nella ripresa con un calcio di rigore che Stankovic para a Sibilli. Nel finale la squadra di Pirlo risolve la gara con Kasami che servito da De Luca deposita la palla in rete. Bari sempre più nei bassifondi di questa serie B. Match non indimenticabile tra Cittadella e Modena: padroni di casa che ancora non riescono a tornare alla vittoria, ma compiono un passo rivitalizzante verso la zona play-off. Nel primo tempo Carissoni con un cross calibratissimo consegna la sfera ad Amatucci, che si inserisce di testa e regala alla squadra di Gorini il vantaggio. Il Modena sfiora il pari al 32′, poi realizzato una decina di minuti dopo, con Magnino che intercetta la palla messa la centro da Corrado e di testa sigla l’1-1. La Ternana respira dopo due sconfitte e supera di misura il Cosenza, nella cui panchina è approdato (per la seconda volta in carriera) il tecnico Viali. Eppure i rossoblu (senza Tutino in attacco) hanno dato prova di una buona prima mezz’ora di gioco. Ma nella ripresa crollano e il gol vittoria per le Fere  arriva al 70′, con Pereiro. La Reggiana coglie contro lo Spezia il sedicesimo pari in questa stagione, altro punto importante nella sua corsa verso la salvezza: il match parte con uno Spezia arrembante, per quanto si accendi sul finale quando al 91′ Vignali si vede annullato un gol per fallo di Esposito che si becca anche una testata da parte di Kabashi espulso. Torna al successo l’Ascoli contro il Lecco dopo due punti nelle ultime 3 partite e sale in classifica a quota 31, agganciando così in classifica lo Spezia, in attesa dello scontro diretto del prossimo turno. Lecco sempre ultimo con soli 21 punti all’attivo, uno solo nelle ultime 11 giornate.
TOP
Sudtirol,Venezia e Sampdoria
RIMANDATI
Modena,Reggiana e Pisa
FLOP
Palermo,Cremonese e Bari

CLASSIFICA e RISULTATI

Devi effettuare il login per inviare commenti