Comunicati Ufficiali

Coronavirus, medici Lega Pro solidali nel “no” alla ripresa

banner

I medici sociali di Lega Pro ribadiscono perentoriamente il loro “no” alla ripresa dei campionati, attraverso un comunicato stampa: il protocollo sanitario disposto dalla commissione medico-scientifica della FIGC, sarebbe di difficile applicazione per le squadre di serie C ed è aperto a troppe incertezze. È quanto è emerso dall’incontro svolto ieri in videoconferenza tra i vertici di Lega Pro, il rappresentante dei medici della Serie C Francesco Braconaro e l’avvocato di PwC Tls Gianluigi Baroni, con i sessanta medici sociali dei club di Lega Pro.

Tra i punti che suscitano perplessità, la fattibilità tecnico-scientifica, giuridica ed economica oltre che la fattibilità di applicazione in relazione al territorio di riferimento.

I medici hanno evidenziato la difficoltà nell’accedere ad un numero elevato di tamponi (ad oggi difficilmente reperibili già per i cittadini), per non parlare di quanto sia rischioso entrare a contatto con i propri tesserati e con i propri pazienti (prestando, loro, servizio nelle zone maggiormente colpite dal covid19).

A preoccupare, inoltre, le ovvie responsabilità, civili e penali, nel caso di contagio, poiché non è immaginabile che i medici si assumano responsabilità per tutti.

Il presidente Ghirelli, stando a quanto dichiarato – nel ringraziare i medici per il proprio servizio, al di là del campo – si farà fautore affinché la figura del medico sociale venga riconosciuta come preminente nel calcio.

Related posts

Tegola De Giorgi: quattro giornate di stop

admin

Sport 360 – Reggina penalizzata di 12 punti, inibizione per Foti

admin

Catanzaro-Gubbio: scuole superiori al “Ceravolo”

admin