lega pro_2014 2015_ceravoloÈ durata appena una giornata la “coabitazione” al primo posto. La Salernitana (comunque in vantaggio per gli scontri diretti), espugnando immeritatamente il “Ceravolo” all’ultimo secondo, è tornata capolista solitaria, approfittando del mezzo passo falso del Benevento a Caserta, non andando oltre lo 0-0. Nel prossimo turno, i granata ospiteranno la Reggina reduce da due vittorie consecutive, l’ultima delle quali in pieno recupero al “Granillo” contro il Melfi; i sanniti, invece, attendono la Paganese, che col 2-2 interno contro il Savoia, ha mantenuto invariate le distanze dalla zona playout.

La lotta per i playoff è sempre più avvincente: nessuna squadra è in fuga. La Juve Stabia, dopo il deludente pareggio interno con l’Ischia, farà visita ad un Foggia che pare aver tirato i remi in barca, come testimonia l’1-1 esterno contro la Lupa Roma. A pari punti con le vespe vi è proprio la Casertana, attesa dal difficile match contro il Martina, sconfitto in casa dal Barletta e intenzionato a mantenere gli otto punti di vantaggio dai playout.

Staccate di appena due punti ci sono Lecce e Matera. I salentini saranno di scena all’ex “Militare”: il 3-0 sull’Aversa ha restituito loro morale dopo due sconfitte consecutive, ma potrà succedere di tutto, visto l’andamento altalenante in trasferta; il Catanzaro, da par suo, ha dimostrato di non voler più regalare niente a nessuno tra le mura amiche, ponendo cuore e orgoglio davanti a tutto. Discorso diverso per gli uomini di Auteri, che sembra non abbiano voglia di compiere quel salto di qualità che li proietterebbe verso gli spareggi: dopo il colpaccio di Salerno, hanno stentato in casa, concludendo a reti inviolate il match contro il Lamezia. I lucani saranno attesi da un agguerrito Savoia, che vuole giocarsi tutte le carte possibili per centrare la salvezza, come lascia presumere il pareggio allo scadere di Pagani. Dopo la seconda vittoria consecutiva per mister Corda sulla panchina del Barletta, a Martina, i biancorossi (prossimi avversari del Catanzaro) faranno visita al Melfi, obbligato a macinare punti per non essere risucchiato nuovamente dalla zona calda. Derby fra salve (o quasi) quello tra Vigor e Cosenza: se i biancoverdi non hanno mai avuto seri problemi, i lupi, dopo la sconfitta del “Ceravolo” non hanno più perso e lo 0-0 di Messina è un ulteriore passo in avanti. Infine, Ischia-Lupa Roma e soprattutto Aversa-Messina saranno vere battaglie per non retrocedere.

 

Ferdinando Capicotto

Related posts

“Il Protagonista” – Michele Rigione, il muro difensivo

admin

Catanzaro VS Fondi – La Photogallery

admin

E’ successo in… 16^ giornata

admin