lega pro_2014 2015_ceravoloAppena tre giornate alla fine della regoular season e la Salernitana vede sempre più vicino il traguardo della Serie B. I granata, nonostante la sconfitta sul campo della Juve Stabia per 1-0, lasciano invariato (+5) il distacco sul Benevento, battuto 2-1 a Matera.

Entrambe saranno impegnate in casa; la capolista attenderà il Barletta reduce dal 3-3 casalingo con la Vigor, mentre i sanniti ospiteranno un Messina che non sa più vincere (1-1 al “San Filippo” nello scontro diretto con l’Ischia) e difficilmente riemergerà dal pantano. La lotta playoff, invece, ormai dovrebbe avere estromesso il Foggia, dopo l’1-0 nel derby di Lecce; dal canto loro, i salentini ci credono e cercheranno il massimo risultato a Martina, contro una squadra quasi salva, dopo lo 0-0 di Cosenza. I Satanelli, invece, ospiteranno la povera Reggina, aritmeticamente retrocessa vista la stangata della penalizzazione. Gli amaranto, nonostante il “colpo di grazia” inflittogli, hanno pareggiato al “Granillo” contro il Savoia per 2-2, raggiunti tra l’altro nel recupero: oltre al danno, la beffa! Playoff pressoché assicurati per la Juve Stabia (piegando nientepopodimeno che la Salernitana), di scena a Melfi, che si è diviso la posta in trasferta contro la Lupa Roma. Al momento, a fare compagnia a Streghe e Vespe negli spareggi promozione, ci sarebbe il Matera, impegnato ad Ischia, a pari punti con il Messina: le due compagini “isolane” auspicano quindi notizie confortanti dal “Ceravolo”! Da qui in avanti, la Casertana rischierà il tutto per tutto pur di agganciarsi al treno playoff, a partire dal match di Lamezia.

Ed ecco il Catanzaro: le Aquile a Caserta hanno dato conferma della “instabilità” di prestazioni e risultati palesata durante tutto il torneo. I ragazzi di Sanderra, perlomeno in casa hanno sfoderato quasi sempre delle buone prove, anche senza velleità di classifica. Arriverà la Paganese, ancora in cerca della tranquillità in un periodo tutt’altro che roseo (tre sconfitte nelle ultime cinque giornate), come evidenzia il ko interno contro l’Aversa. Rassegnati ai playout, Mosciaro e compagni vorranno comunque regolare il Cosenza. Conclude la giornata la gara fra Savoia e Lupa Roma: anche i campani cercano punti solo per un migliore piazzamento playout, mentre i laziali sono praticamente salvi.

 

Ferdinando Capicotto

Related posts

Passo indietro dei giallorossi: vince il Siracusa 2-1

admin

Tra poco Aversa-Catanzaro: l’ora di Mounard?

admin

US, una rete per tempo: Sersale sconfitto 2-0

admin