lega pro_2014 2015_ceravoloReggina retrocessa in D; Messina, Ischia, Aversa e Savoia ai playout; Juve Stabia e Matera si aggregano al Benevento ai playoff. Questi i verdetti dell’ultima giornata del Girone C di Lega Pro, che già due settimane fa ha incoronato la Salernitana vincitrice del torneo.

Mastica amaro la Reggina, illusa da una rimonta iniziata troppo tardi: il 2-1 del Savoia sui peloritani, ormai certi del quintultimo posto, vanifica la vittoria esterna degli amaranto, a Martina. Delusione e amarezza anche per la Casertana, poiché il pareggio colto a Salerno li condanna ad arrendersi ad un metro dal traguardo. Stessa cosa per il Lecce, il cui 2-2 a Lamezia non fa altro che mettere in risalto i punti sperperati durante il cammino, nel corso dei mesi. In tutto ciò, Benevento e Juve Stabia si dividono la posta, pareggiando 1-1, così come Aversa e Matera, entrambe qualificate per i rispettivi “spareggi”.

Ad onore di statistica il 3-0 del Foggia sulla salva Paganese, mentre Melfi e Cosenza inscenano una delle gare più divertenti di giornata, con 4-3 scoppiettante: realizzando una doppietta, Caturano eguaglia il capocannoniere Eusepi, raggiungendolo a 18 reti. Ha fatto davvero tanto, tuttavia, Andrea Razzitti, autore di 7 gol in questo girone di ritorno con il Catanzaro (considerando le giornate di squalifica), mettendo ovviamente la firma nel 5-1 che le Aquile hanno inflitto alla Lupa Roma. Ischia – Barletta termina 3-0.

 

Cosimo Simonetta

Related posts

Sport 360 – Azzurri col cuore: 2-1 in rimonta sulla Norvegia

admin

Tavares a Catania, ma da lunedì. In entrata “il piatto piange”

admin

Lega Pro, US in notturna a Lecce e in casa contro il Barletta

admin