Allenamenti Il Punto Interviste Primo Piano

Erra in vista del Messina: “Rimanere concentrati per tutta la gara”

banner

Alessandro Erra_presentazioneCi siamo preparati bene per la partita contro il Messina. C’è stata la parentesi di Agrigento in Coppa Italia dove ho tratto buone indicazioni”. In questi termini si è espresso il tecnico Alessandro Erra nella conferenza stampa di vigilia della sfida molto delicata contro i giallorossi siciliani che verrà giocata a porte chiuse.

Il trainer delle aquile sulla decisione di disputare il match senza tifoseria ha deciso di non commentare: “Dobbiamo adattarci al provvedimento e rimanere concentrati esclusivamente sul campo”, ha dichiarato Erra. La beffa più grande per il tecnico dell’US, è per i tifosi che non potranno incitare la squadra. Il mister delle Aquile è deciso ad ottenere punti importanti nella sfida di domani per dare continuità alle due vittorie consecutive. La situazione di classifica rimane però precaria, ma da parte dell’organico ha denotato il giusto atteggiamento per risalire la china.

Inoltre pretende dai suoi più attenzione durante la gara, perché ci sono ancora dei passaggi a vuoto dei calciatori in alcuni tratti delle partite; tuttavia, l’ex tecnico lametino è convinto che in questi momenti sia importante giocare in maniera semplice: “Dopo soli venti giorni  – ha affermato– non è ancora il Catanzaro di Erra. La squadra mette in pratica ciò che prepara durante gli allenamenti. Abbiamo ottenuto una certa quadratura anche se alcuni elementi sono fuori ruolo”.

Sul Messina il tecnico giallorosso si è espresso definendo i siciliani una compagine funzionale, veloce, aggressiva, costruita con criterio che merita la seconda posizione in classifica. Probabilmente si vedrà sul rettangolo di gioco lo stesso Catanzaro di Rieti. I sicuri assenti saranno Calvarese e Priola, mentre sono da valutare le condizioni di Foresta e Mancuso. Infine sulla sfida persa contro l’Akragas in Coppa Italia, secondo mister Erra i suoi si sono un po’ arrangiati, pur traendo buoni segnali da alcuni elementi: “E’ difficile lanciare ragazzi – ha esaminato il mister – in un momento difficile come il nostro. L’ingresso in campo di Caruso contro il Lecce dimostra che i giovani sono all’altezza di giocare qualche minuto”.

Ferdinando Capicotto

 

Related posts

Barraco, Ilari, Pacciardi, Silva Reis e Ricci presentati alla stampa

admin

Il quotidiano Sololecce.it intervista l’Editore Luigi Conforto

admin

Mercato, conferme per Russotto, Martignago, Orchi e Calvarese: bene così!

admin