Allenamenti Interviste

Erra: “Mi aspetto una partita giocata a viso aperto”

banner

<<Ci siamo preparati duramente per quaranta giorni ed è normale che da domani bisogna cominciare a raccogliere i frutti del lavoro>>. Così mister Erra commenta ai microfoni dei giornalisti la vigilia dell’esordio in campionato contro la Casertana. Ci sono buone sensazioni perché si è anche consapevoli della propria forza. I giallorossi sono coscienti di poter dire la loro in questa Serie C.

Per la prima dell’anno al “Ceravolo” si respira un entusiasmo che mancava da tempo, ormai, sui Tre Colli. La partenza –  almeno dal punto di vista dei propositi- è sicuramente migliore rispetto alla passata stagione, la più travagliata degli ultimi anni. Per il Catanzaro è l’anno zero, ma ognuno ha in testa cosa fare per disputare un campionato competitivo, parafrasando le affermazioni del tecnico, il quale preannuncia dei cambi rispetto al match di Coppa Italia contro la Reggina. Ciò che conta, è che le Aquile hanno una settimana in più di preparazione nelle gambe, e questo potrebbe risultare determinante; anzi, non sono da escludere gli impieghi dei nuovi arrivati come Onescu o Falcone.

La Casertana, che bagnerà l’esordio all’ex Militare come nel 2015, si avvale di un mix di giocatori giovani ed esperti. Il valore dei Falchetti è abbastanza evidente, ed Erra prevede una partita giocata a viso aperto tra due squadre che lotteranno alla pari. Tra le novità della stagione, la possibilità di poter disporre di ben cinque cambi durante il match e ciò consentirà una maggiore rotazione degli elementi in rosa, ognuno dei quali ha, di conseguenza, maggiore chance di mettersi in mostra, a gara in corso.

Ad ogni modo, il Catanzaro della “nuova era” Noto dovrà ricominciare a fare patrimonio del fattore campo: la vendita dei tagliandi prosegue spedita e, con ogni probabilità, si toccherà quota quattromila spettatori. Il “Ceravolo” sarà una bolgia, dopo tempo immemore e, a spingere la palla in rete e trascinare la squadra verso la vittoria, dovremo essere tutti, uniti, in un unico coro..: “forza Catanzaro!”

 

Related posts

Il rientro di Onescu: “Essenziale restare tranquilli e lucidi”

admin

Grandi: “Iniziamo a non lasciare per strada punti importanti”

admin

Agodirin: “Tra due settimane sarò al top”

admin