Il Punto Interviste Primo Piano

Erra rammaricato: “L’espulsione ha cambiato la partita”

banner

C’è grande rammarico nel post-partita di Vibonese-Catanzaro. Mister Erra, presentatosi ai microfoni dopo il triplice fischio finale, consapevole dell’ennesima chance sciupata dai suoi (addirittura dopo aver condotto alla fine del primo tempo), commenta il match, a caldo: <<Peccato. L’espulsione ha cambiato la gara. Nel complesso non abbiamo sofferto molto ed anzi potevamo realizzare lo 0-2 in un paio di circostanze>>.

Puntuale, è giunto nel secondo tempo, l’episodio decisivo, grazie al quale il Catanzaro paga dazio. Ritrovarsi da 0-1 ad 1-1, con un uomo in meno non è semplice: anzi, un incontro che le Aquile stavano controllando, si trasforma in un match tutto in salita. A proposito dell’episodio deplorevole avvenuto in occasione del pari dei padroni di casa, Erra vuole confrontarsi con Patti, per avere delucidazioni su quanto accaduto nella circostanza che ha portato all’espulsione del capitano. Dalla panchina non è stato possibile avere una visuale chiara e lineare. Certo è che l’US ha beccato i gol numero trentadue e trentatré nella ripresa, sui quarantasette totali incassati e ciò è un dato che deve far riflettere.

Il Catanzaro, da inizio campionato, versa in zona playout e deve essere pronto a disputare questi spareggi, recuperando una condizione mentale idonea. Sicuramente non come ha affrontato questi scontri diretti con Melfi, Taranto, Reggina e la stessa Vibonese.

<<Da martedì ci metteremo al lavoro per preparare al meglio la gara con la Casertana. Non possiamo fare altro>>, conclude mestamente Alessandro Erra, alla luce della delicatissima situazione dei giallorossi, pressoché irrecuperabile.

Ferdinando Capicotto

Related posts

Reggina-Messina si gioca venerdì alle 20.30

admin

Claudio Ranieri, un giallorosso internazionale – L’Intervista

admin

“La regola” della Campania: il Catanzaro perde anche a Caserta

admin