Partite Primo Piano

Finalmente una reazione: Cunzi e Giovinco regalano la vittoria alle Aquile

banner

Cunzi _ ViboneseNon cambia la situazione (che resta critica), ma il Catanzaro compie un piccolo passo in avanti grazie al 2-0 nel derby con la Vibonese, salendo momentaneamente al penultimo posto, a quota 13, e lasciando il Taranto in coda, ma con una partita da giocare. Adesso le Aquile si assimilano al gruppo delle tre calabresi del fondo classifica, auspicando una virata per il futuro immediato. Di certo, la vittoria odierna non è un palliativo, ma non basta a cambiare lo stato delle cose, ripetiamo.

Mister Zavettieri schiera i suoi con il 4-4-2 composto dal confermato Leone in porta; Esposito, Pasqualoni, Sabato (nelle vesti di capitano) ed il giovanissimo Imperiale in difesa. Icardi, Maita, Van Ransbeeck e Cunzi a centrocampo; Basrak in coppia con Giovinco, davanti, ad evidenziare la bocciatura per il tandem Campagna-Tavares.
L’US vuol fare bottino pieno e non ha appelli. Al 7′ il primo tentativo è di Van Ransbeeck con un sinistro dalla distanza, ma Russo devia in angolo. Dall’altro lato, Leone è impegnato da Di Curzio con un colpo di testa. Tre minuti dopo cross di Cunzi per Basrak che anticipa Russo di testa, ma manda fuori. Al 20′ Icardi chiama in causa un insicuro Russo che si rifugia in corner. Al 25′ punizione di Giovinco, Russo manda sul palo ma Cunzi insacca comodamente di testa il suo primo gol stagionale. Aquile in vantaggio. Due minuti dopo Sabato per poco non combina la frittata, scavalcando Leone con un retropassaggio di testa: la sfera bacia traversa, Di Curzio a porta vuota liscia, e Pasqualoni spazza via. Al 35′ bella parata di Leone su Paparusso, dimostrando di essere in giornata.
Inizio di secondo tempo blando. Al 56′ una punizione di Giovinco sfiora il palo. Poco dopo contropiede dei giallorossi, Icardi viene strattonato in area e l’arbitro concede il penalty; un istante prima, Proietti non aveva fischiato un fallo ai danni di Esposito. Dal dischetto Giovinco raddoppia. Il tempo scorre e sopraggiunge un problema fisico per Leone, costretto a lasciare il posto a De Lucia, che esordisce. Poco prima Tavares aveva rilevato Giovinco. Gli uomini di Costantino cercano di guadagnare metri, ma i padroni di casa non corrono grossi rischi, anzi Basrak al 78′ sfiora il tris con una conclusione da fuori, mandata goffamente in angolo da Russo (anche lui sostituito dall’ex Mengoni, applaudito dal “Ceravolo”). Dal corner, testa di Pasqualoni però Tavares non riesce ad indirizzare in rete da pochi passi. All’81’ ci prova Icardi, ma è fuori, così come al minuto 88, ancora Icardi trova una bella risposta di Mengoni. Sostanzialmente non succede altro e dopo cinque minuti di recupero Proietti congeda tutti: è 2-0.
Ora si andrà a Caserta con l’obiettivo di non far ritorno a mani vuote, per chiudere questo girone d’andata con qualche punticino, essenziale in questa difficile condizione.
Ferdinando Capicotto
Cosimo Simonetta

Related posts

Il Catanzaro espugna Catania e passa il turno: 1-2 al “Massimino”

Cosimo Simonetta

Salernitana-Catanzaro: info tagliandi Settore Ospiti

admin

Vigor-Catanzaro spostata a domenica 12. Contro il Savoia posticipo serale

admin