Pagelle

Fischnaller, Kanoute e Statella: trio da applausi – Le Pagelle

banner

Furlan 7
Con la prodezza nella ripresa su punizione calciata da Franco e palla diretta all’incrocio, si guadagna anche oggi un voto alto: la continuità delle sue prestazioni coincide con i risultati altrettanto positivi dei giallorossi. Un felino tra i pali
Figliomeni 6
Qualche svarione di troppo poteva costar caro, soprattutto sull’1-0 quando detta male i tempi per il fuorigioco lasciando Vivacqua libero di involarsi verso Furlan, ma il portierone giallorosso e il recupero in extremis di Riggio evitano il pareggio. Anche nel finale si becca un giallo evitabile (oltre che pesante perché gli farà saltare il derby di Vibo) in quanto maturato per rimediare ad un suo precedente errore
Celiento 7
Si conferma tra i migliori difensori del girone come d’altronde dimostrano le attenzioni che hanno su di lui di squadre di categoria superiore: nelle chiusure è difficilmente superabile, mentre spesso esce con personalità palla al piede proponendo azioni pericolose in contropiede
Riggio 6,5
Molto bravo a non fare fallo in area di rigore nel recupero su Vivacqua nel primo tempo quando l’attaccante biancorosso elude il fuorigioco e si dirige in velocità verso Furlan. Per il resto controlla con sicurezza gli attaccanti avversari, peccato solo per il nuovo cartellino giallo rimediato nella ripresa
Iuliano 6,5
Non molla un pallone e ne gioca tanti con profitto, provando spesso anche conclusioni dalla distanza che, per quanto potenti, peccano però di precisione
De Risio 6
Al rientro da titolare dopo molto tempo a causa dell’infortunio, parte bene ma poi alla distanza gioca più che altro di esperienza considerata la forma fisica ancora da recuperare
Favalli 6
Duello sulla fascia con Viteritti che finisce in parità, ne limita con diligenza le ripartenze soprattutto nella ripresa facendosi comunque trovare sempre pronto nelle azioni offensive dei giallorossi
Statella 7,5
Fa l’attaccante, il centrocampista, il difensore. Ha senso della posizione e rapidità nei movimenti che ne fanno un esterno nettamente di categoria superiore. In pieno recupero trova ancora lo spunto giusto per arrivare davanti a Savelloni e con un tiro secco indirizzato sotto la traversa lo impegna nella parata che nega al n. 11 giallorosso di calare il poker
Kanoute 8
Interpreta la gara con lo spirito migliore e sulla destra forma insieme a Statella una coppia devastante per qualunque avversario. Suo il preciso assist per il raddoppio di Fischnaller, mentre il 3-0 è tutto merito della sua straordinaria capacità di disorientare gli avversari che gli permette di sgusciare tra tre difensori ed arrivare alla conclusione che Savelloni non riesce a trattenere prima del tap in vincente del giocatore altoatesino. Gli manca solo il gol
Fischnaller 8,5
Indubbiamente sua la scena nel derby, gli bastano appena 60 secondi per lasciare la sua impronta nella vittoria che porta il suo nome, costruita con la potente progressione dell’1-0, consolidata con il secondo gol dove si fa ammirare per la splendida conclusione di sinistro e sigillata con la rete del 3-0. Tripletta di buon auspicio per questo girone di ritorno dove si candida ad un ruolo da assoluto protagonista
D’Ursi 6,5
Il più sacrificato degli attaccanti nel modulo di Auteri, gira al largo dall’area di rigore per creare gli spazi all’inserimento dei centrocampisti e dei due compagni di reparto. Ha sui piedi ad inizio ripresa la palla gol del 4-0 ma dopo un preciso stop della palla in area di rigore del Rende su cross di Fischnaller, non è altrettanto freddo nella conclusione
Ciccone 6,5
Entra col piglio giusto al posto di Kanoute e almeno in un paio di occasioni va molto vicino alla quarta marcatura che avrebbe meritato di centrare ma le conclusioni finiscono per pochi centimetri fuori dallo specchio della porta
Giannone 6
Rileva Fischnaller e si vede che ha tanta voglia di fare bene. Mette subito Ciccone in condizione di concludere davanti al portiere avversario ma dopo qualche minuto deve arrendersi per un risentimento muscolare. Sfortunato
Posocco, Lame e Nicoletti S.V.
Pochi scampoli di partita per loro

Auteri 7
Costretto a scontare la seconda giornata di squalifica rimediata nella trasferta di Trapani, manda in campo un Catanzaro che sembra ormai aver acquisito un piglio ed un’autorevolezza da grande. Pensando probabilmente alle tre gare ravvicinate nell’arco di 7 giorni, disegna una squadra quadrata e cinica, capace di chiudere la gara già nei primi 45 minuti, mentre nella ripresa si limita a gestire i vani tentativi del Rende di riaprire la gara, giocando per lo più in contropiede e senza rischiare praticamente nulla. Nell’unica occasione concessa, è un super Furlan a stoppare ogni velleità di rimonta degli avversari

Danilo Ciancio

Related posts

Furlan insuperabile, Kanoute momento di grazia – Le Pagelle

admin

Irriconoscibili, si salvano in pochi – Le Pagelle

admin

Sugli scudi Favalli e Nicastro – Le Pagelle

admin