Il Punto Interviste Primo Piano

INTERVISTA ESCLUSIVA: Giuseppe Schiraldi, procuratore di Bensaja: “Anche Nicholas dovrebbe avere la sua opportunità”

banner

Schiraldi GiuseppeTre presenze sin qui per Nicholas Bensaja con la maglia del Catanzaro in questa prima parte di campionato. 2 minuti più recupero a Francavilla a cui si aggiungono i 28 disputati nel match interno con la Paganese; infine 22 minuti a Foggia. Tutte le volte entrato a gara in corso quando la situazione per i giallorossi era diventata complicata. Classe ’95 è un regista che può giocare anche da interno – come accaduto a L’Aquila la scorsa stagione – e come vertice alto, ad esempio nel 4-2-3-1 andando a ricoprire il ruolo di trequartista. Dotato di buon piede, ha nelle sue qualità una visione di gioco importante. Ha trovato poco spazio essenzialmente per il virus contratto in estate. Naturalmente a ciò bisogna aggiungere le difficoltà del Catanzaro che ha cambiato quattro allenatori in tre mesi. Noi de “Il Giallorosso” abbiamo raggiunto il suo procuratore Giuseppe Schiraldi per porgli alcune domande.

Come sta attraversando Bensaja questa fase iniziale di campionato?

Nicholas è arrivato debilitato per via del virus quando la squadra già lavorava. Si sono succeduti vari allenatori sulla panchina del Catanzaro che hanno tentato di trovare la quadratura della squadra. Ora c’è Mister Zavettieri che sta cercando per salvare le sorti delle aquile. Bensaja chiaramente vorrebbe giocare di più, ma  ha sempre lavorato nel rispetto dei ruoli e delle scelte dei mister ed è a sua disposizione. Si è ristabilito in pieno da poche settimane. E’ un ragazzo molto serio che non ama la luce dei riflettori e non si lamenta mai. E’ difficile trovare un calciatore così professionale alla sua giovane età. La stessa proprietà si sta comportando in maniera egregia. Anzi è difficile in tutta Italia trovare una società così seria.

Come mai secondo Lei, ora che si è ristabilito sta trovando poco spazio?

Questo, sinceramente non me lo spiego. Si rispettano le scelte tecniche ed i compagni, ma ognuno a centrocampo ha avuto la sua opportunità, ma lui no. Sarebbe giusto a questo punto che Nicholas possa giocarsi le sue chance. Siamo passati dall’estate quando in molti aspettavano di vederlo in maglia giallorossa a questa situazione nella quale è diventato un oggetto del mistero. Faccio fatica a capire perchè abbia solamente tre presenze da subentrato. Il mercato non manca, viste le sue qualità tecniche. Mi auguro che possa farle vedere anche qui con le aquile e che gli venga data una vera chance.

Mister Zavettieri sta provando vari schieramenti. In che posizione del campo potrebbe esprimersi al meglio Bensaja?

Lui è un regista, ma può anche interpretare il ruolo di vertice alto del centrocampo o anche giocare come come mezz’ala. L’anno scorso a L’Aquila, ad esempio, veniva schierato come interno con Mister Perrone. Nicholas sta lavorando per dare il massimo per questa maglia, ma bisogna che giochi per dimostrare pienamente quanto vale.

 

Ferdinando Capicotto

 

 

 

Related posts

Andy Capp il giallorosso e… la Salernitana! – di Andrea Sacco

admin

Sport 360 – Carpi promosso in Serie A

admin

Mister Erra: “Terminati gli alibi. Dobbiamo vincere”

admin