Interviste Primo Piano

“La crescita passa da queste batoste”: Nordi e Lukanovic in sala stampa

banner

Non è esente da responsabilità sui gol subiti, Emanuele Nordi, numero 1 delle Aquile (in particolare sulla rete di Torromino, al 14′), il quale offre la sua chiave di lettura, nel post-gara, soffermandosi sulle circostanze che hanno portato il Lecce a trovare la via della porta, con estrema facilità: <<Sul primo gol, la deviazione di testa di Sirri mi ha mandato fuori causa. Non potevo far nulla, perché ha cambiato la traiettoria. Sul secondo, la palla è passata in mezzo alle gambe da quattro metri e l’ho vista sbucare all’ultimo. Alla rete di Cosenza, invece, ci ero anche arrivato, ma non è servito a nulla>>.

<<Oggi abbiamo concesso tanto, inutile negarlo, poteva finire peggio – ammette il capitano del Catanzaro, senza giri di parole-. E’ emersa la differenza tra una squadra che punta a vincere il campionato ed un’altra, che deve lavorare tanto, per capire dove arrivare>>. In ogni caso, l’estremo difensore giallorosso non dispera, ma coglie l’insegnamento che una sconfitta pesante può generare, sperando che il gruppo possa farne tesoro, per il futuro: <<Non mi ero esaltato dopo la vittoria di Bisceglie, quindi non posso abbattermi oggi. Questa sconfitta deve servire per migliorarci, perché stiamo facendo un percorso, da squadra “nuova”. Ci vorrà pazienza e la crescita passa attraverso batoste del genere>>

Ugualmente rammaricato, sebbene soddisfatto per aver messo, quantomeno, la sua firma sul match, il giovane Antonio Lukanovic, autore del gol della bandiera, a tempo scaduto: <<Personalmente, posso essere soddisfatto per aver segnato, ma servono gol importanti per la squadra, per portare punti>>.

Related posts

Alex Sirri, il primo rinforzo giallorosso

admin

Progetto Visibilità Scuole Calcio: 25 maggio 2014, Torneo “Piccoli Amici” – gruppo D

admin

Catanzaro-Ascoli: è di nuovo1-1 sotto i riflettori

admin