Calcio Mercato Il Punto Photo Gallery Primo Piano

La priorità di Erra: “Motivazioni, non moduli”. Le parole del neo tecnico

banner

Alessandro Erra_presentazioneIl Catanzaro volta pagina e per risalire la china si affida a Mister Alessandro Erra.

Nella conferenza stampa di presentazione del nuovo allenatore svoltasi al “Poligiovino”, presenti anche il Direttore Generale Carmine Donnarumma e la Vicepresidente Gessica Cosentino.

Ringrazio la famiglia Cosentino ed il direttore, che mi ha dato l’occasione di allenare in una piazza prestigiosa come Catanzaro”. Queste le prime parole di Erra in giallorosso. Il trainer è disposto a dare tutto se stesso per migliorare la situazione difficile, convinto comunque che ci siano tutte le condizioni affinché le Aquile raggiungano i propri obiettivi. “Le pressioni – ha spiegato – sono normali vista anche l’importanza di una squadra con un passato di blasone”.

L’anno scorso Erra ha allenato il Lamezia, alla sua prima esperienza in un club professionista, dopo tanta gavetta. L’avventura con i biancoverdi non si è conclusa positivamente dopo una stagione dignitosa, con la retrocessione per illeciti. Come l’US, anche Erra si proietta quindi al futuro. Il compito iniziale del neo mister sarà conoscere i calciatori per analizzare con loro le problematiche esistenti. L’allenatore ha però già una sua convinzione, vale a dire che il Catanzaro paghi molto una partenza a rilento, che ha influito sull’autostima dei giocatori. “L’unica certezza – ha spiegato – sarà la difesa a quattro. Dalla cintola in su’ dovremo essere equilibrati, cercando di essere propositivi. Non importa se giocheremo in casa o fuori, dovremo esprimerci con lo stesso atteggiamento”. Ad aspettarlo ci sarà il Matera domenica al “Ceravolo” per quella che si preannuncia una sfida infuocata, che precede un’altra gara che le Aquile disputeranno sui Tre Colli contro il Lecce. Il credo di Erra è però quello di concentrarsi su un match alla volta. Quindi testa ai lucani, con la convinzione che se cominceranno ad arrivare i risultati, anche il pubblico – giustamente demotivato – trascinerà la squadra. Proprio sulla tifoseria, ha giudicato normale che l’entusiasmo sia sopito, vista l’importanza della piazza, che vuole tornare a sorridere il prima possibile. Sarà insomma un’avventura dalle mille difficoltà, ma esaltante e stimolante.

Il neo allenatore ha sentito nella giornata di domenica anche il Presidente Cosentino: “Ho avvertito molta carica e determinazione da parte sua. Mi ha trasmesso grande convinzione”. Sul mercato, Erra non ha voluto rilasciare nessuna dichiarazione, per rispetto dei calciatori a cui bisogna dare fiducia. Tuttavia, ci vorranno oltre due mesi prima che inizi la sessione invernale. Su questo aspetto si è espresso anche il DG Donnarumma, secondo il quale è “destabilizzante parlare di acquisti in questo momento”. Il Direttore Generale si è detto rammaricato per l’esonero di Massimo D’Urso, perché rappresenta una sconfitta per la società. Sia lo stesso D’Urso, però, che Accursi e Papasidero rimarranno come collaboratori in società, perché rappresentano una risorsa per il Catanzaro.

In merito al nuovo trainer, Donnarumma non ha mai avuto dubbi, definendolo una prima scelta; nella loro prima telefonata, l’ex allenatore della Vigor, si è dimostrato da subito “informato” sullo stato dei giallorossi: “E’ il prototipo del tecnico da Catanzaro. E’ giovane, ambizioso, con tanta voglia di fare e con una carriera in ascesa”, ha affermato il DG. Entrambi, hanno convenuto che la rosa a disposizione non sia composta da fenomeni, ma non merita neanche la penultima posizione. Un Donnarumma che vede comunque il bicchiere mezzo pieno, nonostante la situazione attuale. “Non siamo stati all’altezza di una piazza come Catanzaro, ma con la scelta di Erra contiamo di risalire la china”, ha ammesso il Direttore.

Sulla stessa lunghezza d’onda si è espressa la Vicepresidente Cosentino: “Da oggi si riparte. C’era bisogno di sterzare. Siamo molto rammaricati per l’esonero di Mister D’Urso. Erra è stata la nostra prima scelta e siamo convinti che sia l’uomo giusto. Il Catanzaro non è una società tipica, in quanto è prima di tutto una famiglia”.

Venendo allo staff tecnico, Giulio Spader non sarà più l’allenatore degli Allievi nazionali, ma il “vice” di Erra. Antonio Raione rimarrà il preparatore atletico con i suoi collaboratori Talotta e Nocera, mentre Foti continuerà ad essere il preparatore dei portieri.

Ferdinando Capicotto

 

Le FOTO di Cosimo Simonetta

Related posts

Ufficiale: rescissione per Marchetti

admin

Catanzaro-Barletta: vince l’amicizia tra le tifoserie. Fischi a fine gara

admin

Grinta, cuore e… un trequartista: tra poco Catanzaro-Akragas

admin