Allenamenti Interviste

“L’Akragas sia un punto di partenza”: parla Di Nunzio

banner

La reazione di Siracusa, contro un’Akragas che, ad onor del vero, è rimasta in partita fino alla fine, ha consentito al Catanzaro di rialzarsi, riprendendo fiducia dopo lo scioccante 0-3 della settimana precedente: non un capitolo archiviato, poiché la sconfitta patita per mano del Leonzio, deve fungere da monito alle Aquile, affinché certi errori non vengano mai più commessi, specie dal punto di vista mentale.

<<Era difficile fare risultato, ma vogliamo che questa vittoria sia un punto di partenza. Ora serve continuità>>, annuncia Francesco Di Nunzio, intervenuto ai microfoni poco prima del test contro una rappresentativa juniores regionale, presso la sala convegni del Centro Federale. Eppure, con trequarti di torneo giocato, si aspetta ancora la crescita di questa squadra, che fatica a decollare, visto un cammino ad intermittenza. Ci chiediamo, a questo punto, che Catanzaro attendersi domenica al “Ceravolo”, al cospetto del Rende, vera rivelazione del campionato: <<L’obiettivo resta quello di migliorarsi, poi tireremo le somme>>, dice il centrale difensivo romano, che al “Lorenzon” ha fatto il suo debutto da titolare dopo l’infortunio, in una gara culminata con una bruciante sconfitta, al fotofinish, che costò la panchina ad Erra.

<<Non mi sento in condizione di poter dare giudizi – sostiene il numero 17 dell’US, il quale stenta a capire quale possa essere la causa dei tanti gol subiti da calcio piazzato-. Secondo me, quanto fatto fino ad ora è in linea con le aspettative, rispecchiando le nostre ambizioni. Lavoreremo per arrivare a levarci qualche soddisfazione, poi si vedrà>>.  E sull’avversario di turno, aggiunge: <<Il Rende sta facendo un gran campionato, perché è una squadra che lotta su ogni pallone, così come occorre fare in Serie C! Perciò stanno ottenendo risultati>>.

Related posts

US, domani si torna in campo. Pancaro: “Vincere assolutamente”

admin

Davide Moi: “Il Catanzaro deve scoprire le proprie qualità”

admin

Zanini ammette: “Negli scontri diretti amnesie inconcepibili”

admin