Calcio Mercato Interviste

Letizia, “fame di rivincita” al servizio delle Aquile: le parole dell’ultimo arrivato

banner

Il rammarico per aver visto sfumare, l’opportunità di calcare i campi di Serie B, è ancora visibile (e tangibile), nel viso di Tony Letizia, giunto a Catanzaro pochi istanti prima della “chiusura della porta”, in sede di calciomercato, a Milano. Chapeau al DS Piero Doronzo per aver concretizzato l’affare, ma ancor prima, all’avvocato Francesco Maglione, che lo ha cercato immediatamente, fin dall’inizio di luglio. E’ normale che, chi è cresciuto professionalmente a “pane duro e gavetta”, punti a migliorarsi e avere l’opportunità di giocare le sue carte in una categoria prestigiosa, a trent’anni compiuti, dopo aver fatto cose egregie in quelle sottostanti.

Attaccante poliedrico e rapido (poiché il fisico glielo consente), l’ex satanello riparte da Catanzaro, con la voglia di dare tutto: <<La trattativa è stata lunga, è vero, ma il direttore Maglione – i due sono legati da rapporti di stima, che perdurano da anni-, mi ha parlato del grande entusiasmo del gruppo e della città. In verità, ho aspettato fino all’ultimo, per cercare di ritagliarmi il mio spazio con il Foggia, in B, ma non è stato possibile>>, ammette il calciatore partenopeo, che preferisce stigmatizzare e non parlarne più.

La vita darà i giusti meriti a chi non smette di lottare ed il ragazzo vuole focalizzarsi unicamente sulla causa giallorossa, lui che… ha avuto una recente parentesi in rossoblù: <<Ho ricevuto messaggi ironici da coloro che sono stati miei compagni al Cosenza, dove sono stato bene. Spero che i tifosi capiranno… il mestiere del calciatore porta a queste situazioni>>, afferma Letizia, sostenendo di aver recuperato atleticamente, dopo un periodo passato ai margini. Adesso, è giunto il momento di riprendere confidenza col pallone e, possibilmente, mettere in “difficoltà” mister Erra, col quale pare abbia instaurato, da subito, una certa empatia. Vedremo se l’attaccante sarà gettato nella mischia già sabato, contro la Juve Stabia, magari a gara in corso.

Immancabile, la postilla del dg Maglione, seduto al suo fianco: <<Letizia ha l’umiltà d’aver scalato tutte le categorie, iniziando dalla Promozione, ed è apprezzabile che volesse giocarsi la chance in B. Per noi ha la fame giusta>>.

<<Sappiamo com’è andata la scorsa stagione – conclude Letizia-. Il nostro primo obiettivo è salvarci, poi, ciò che verrà, sarà tutto di guadagnato>>.

Related posts

Auteri verso Francavilla: “Servirà solidità in ogni parte del campo”

admin

Aquile, via anche Maiorano

admin

Arriva la Juve Stabia: mister Erra suona la carica

admin