Allenamenti Interviste

Lukanovic e la “sintonia del gruppo”: parla il giovane croato

banner

L’italiano è ancora da perfezionare; i movimenti ed il tocco di palla, invece, pare non necessitino di grossi accorgimenti, alla luce di quanto fatto intravedere in queste due settimane di lavoro. Antonio Lukanovic, attaccante giunto in prestito dal Novara (unitamente al compagno, Kanis), ha macinato campo, per dimostrare il proprio valore e ambire ad una maglia da titolare, non per fungere da vice-Infantino, dunque.

Scontata la partenza di Sarao (che ieri si è messo in luce con due bei gol, ricevendo applausi dal sapore di “addio”), effettivamente, la voglia e la duttilità del giovane croato, che può giocare come esterno d’attacco (non solo centravanti puro), saranno ingredienti che faranno comodo a mister Erra, in considerazione che, da quest’anno, si potrà usufruire di ben cinque sostituzioni nel corso di una partita: ciò presuppone che sarà possibile estendere la “titolarità” a molti degli elementi in rosa.

<<Sono a disposizione del mister e dei compagni – dice Lukanovic, intervenuto prima del test-match con l’Isola-. Quando sono arrivato, ho trovato un buon gruppo con una bella sintonia. Fin da subito mi hanno fatto sentire importante>>, rivela il 19enne, ammettendo d’aver ricevuto ottime referenze sulla città e sulla tifoseria, da parte di compagni di sua conoscenza, transitati da Catanzaro. In virtù della fiducia in lui riposta, il ragazzo intende ricompensare tutti, con l’impegno e… magari “qualche” gol, possibilmente!

 

Related posts

Il rammarico di Prestia: “Concentriamoci su di noi, per uscire dal tunnel”

admin

Serie C. 60 squadre, la 10^ ai playoff, Sportube a pagamento: le idee di Gravina

admin

“Per noi prova di maturità”: Auteri alla vigilia

admin