"Match analysis": il Pisa di Alberto Aquilani, prossimo avversario delle Aquile

Scritto da  Dic 07, 2023
Questo articolo contiene parole
Il tempo di lettura è di circa minuti.
Livello di difficoltà di lettura:

Sedicesima giornata di campionato per i giallorossi di mister Vincenzo Vivarini, impegnati in casa contro il Pisa di Alberto Aquilani.

Conquistati i tre punti al “Renzo Barbera” di Palermo grazie alle reti della coppia Iemmello-Biasci, i giallorossi conquistano la quarta posizione del campionato con 27 punti dietro Parma e Venezia a quota 33 e Como a 28. Con l’obiettivo salvezza a metà dell’opera, Catanzaro e Pisa sono distanti 9 punti in classifica: i toscani hanno ottenuto in quindici giornate solo 18 punti. Per quanto, nelle ultime tre gare disputate vs Sudtirol (V – 1-2); vs Brescia (P – 1-1); vs Cremonese (P – 0-0) i neroazzurri hanno ottenuto tre risultati positivi scalando qualche posizione la classifica.

Come match analyst della Redazione, in questa uscita saranno disponibili spunti di carattere tecnico-tattico sul prossimo avversario casalingo del Catanzaro, il Pisa.

 

Dopo l’addio di Luca D’Angelo (attuale tecnico dello Spezia), la società nero azzurra toscana, in estate assieme al direttore generale del club Giovanni Corrado dopo un lungo casting di allenatori ha scelto Alberto Aquilani. L’ex centrocampista azzurro all’età di 38 anni è divenuto allenatore più giovane della Serie B assieme al catanzarese Renato Montagnolo (ex vice di Massimiliano Alvini allo Spezia). Il suo curriculum di allenatore parla solamente della Fiorentina sin dal suo ritiro dal calcio giocato. Ha guidato inizialmente l'Under 18, è stato collaboratore tecnico in prima squadra nel 2019/2020,perpoi diventare mister in campo della Primavera tra il 2020 e il 2023. Dominati i tornei Primavera nel periodo alla Fiorentina, riesce ha conquistare 3 Coppa Italia su tre e due SuperCoppa Italiana su tre, perdendo solamente contro l'Inter nel 2022, non è riuscito però a conquistare il campionato. Passando al campo, Alberto è un allenatore con un modulo ancora da definire. Sa cambiare la squadra a seconda delle esigenze e del periodo. Durante l'ultima annata con la Fiorentina Primavera ha iniziato con il 3-5-2 e concluso con il 4-3-3. Quest'ultimo è però lo schema preferito, che ha portato anche al Pisa. Sotto la guida D'Angelo, la formazione toscana ha giocato con il 4-3-1-2, adattabile però a tridente.

Il sistema di gioco del Pisa di Alberto Aquilani è un 4-2-3-1. La volontà della squadra è quella di provare a fare la partita e imporre il proprio calcio. Durante l’arco dei 90 minuti non sempre riesce. Davanti al portiere (Nicolas) troviamo una linea difensiva con due centrali e due terzini; i primi hanno il compito di guidare la retroguardia e cercare di imporsi sugli avversari mentre i terzini si devono alternare in una fase di spinta per aiutare la squadra in fase offensiva:

I due mediani sono molto importanti. Il loro compito è diviso. Un giocatore deve fare più da regista, per tenere uniti i reparti (evitare che la squadra sia troppo disordinata) e dare i giusti tempi e ritmi di gioco; l’altro, il mediano, ha il compito di dare una mano alla retroguardia, abbassarsi sulla linea dei centrali difensivi quando la squadra è in difficoltà e recuperare un numero importante di palloni per permettere una rapida transizione offensiva:

Questo sistema di gioco presenta ben quattro giocatori offensivi.  Il ruolo del trequartista bisogna svolgerlo con tanta meticolosità. Gli esterni hanno il compito di andare a creare superiorità numerica nell’uno contro uno e mettere in difficoltà la difesa avversaria ma devono anche alternarsi in ripiegamenti difensivi. Non farlo significherebbe lasciare la squadra completamente spezzata in due tronconi e questo potrebbe rappresentare un problema non da poco nel corso del match:

Concludiamo con il discorso relativo alla punta; in un sistema di gioco come il 4-2-3-1, l’attaccante deve essere abile all’interno dell’area di rigore ma deve anche sapersi muovere su tutto il fronte offensivo per dialogare con i trequartisti e favorire i loro inserimenti in modo da riempire l’area di rigore avversaria:

 

L'approfondimento integrale insieme a pillole tattiche di match analysis, aneddoti e dati statistici, nel Settimanale in edicola o in formato digitale:

 

 

Niccolò Brancati

IlGiallorosso.info
Redazione
Tel +(39) 3338247197
redazione@ilgiallorosso.info

Articoli correlati (da tag)

Devi effettuare il login per inviare commenti

Prima pagina di oggi

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom


Publycon - Advertising