"Match analysis": il Taranto di Ezio Capuano, prossimo avversario delle Aquile

Scritto da  Gen 05, 2023
Questo articolo contiene parole
Il tempo di lettura è di circa minuti.
Livello di difficoltà di lettura:

Ventunesima giornata di campionato: giallorossi di mister Vincenzo Vivarini impegnati nella prima uscita del 2023 al "Ceravolo" contro il Taranto di Ezio Capuano.

Il Catanzaro del patron Noto ha concluso il girone di andata in testa al campionato laureandosi campione d’inverno. Il primo scontro del 2023 coincide con la sfida contro il Taranto tra le mura amiche del "Nicola Ceravolo" che si prevede gremito sabato 07 gennaio in fascia pomeridiana, alle 17:30. Si tratta per capitan Martinelli e compagni della seconda giornata del girone di ritorno contro una squadra che ha come obiettivo migliorare la deludente performance del girone d'andata e che molto probabilmente si presenterà in questa difficile trasferta con il nuovo attaccante proveniente dal Renate, il possente classe '97 Simone Rossetti.

Come analista della redazione, andrò ad esaminare il gioco e la disposizione in campo preferita dall'esperto mister Capuano, molto conosciuto in lega pro per il suo carattere a volte un pò fuori le righe ma sempre stimato professionista. In chiusura una "pillola" di match analysis.

ALLA SCOPERTA DI EZIO CAPUANO

 

Nativo di Salerno, origini di Pescopagano, Capuano è costretto ad abbandonare il calcio giocato a soli 17 anni per i postumi di un grave infortunio. A seguito del sofferto ritiro, intraprende precocemente la carriera di allenatore: a 23 anni è già mister in Interregionale, alla guida dell'Ebolitana nella stagione 1988-89. In seguito esperienze in diverse compagini di serie dilettantistiche regionali campane, quali Poseidon, Pro Salerno, Altamura e Cavese. Il primo incarico nei professionisti avviene con la promozione dalla D alla C2 con l’Altamura. In carriera ha sempre allenato club di Serie C: Juve Stabia, Messina, Paganese, Potenza, Eupen, Fondi, Casertana, Arezzo, Modena, Sambenedettese, Rieti, Avellino, Foggia e Taranto.

Ha ottenuto un'ampia popolarità a livello nazionale per il proprio temperamento forte e irascibile, che sovente lo conduce ad avere comportamenti scomposti ed a rilasciare dichiarazioni accese quanto sgrammaticate. A volte protagonista di rapporti tesi con giornalisti e dirigenti. Non di rado tali circostanze gli sono costate sanzioni, squalifiche e polemiche, anche in ambito extra-sportivo

 In carriera ha usufruito maggiormente dello schieramento tattico 1-3-5-2 nelle 822 panchine in carriera distribuite in 280 V, 287 P e 255 S.

Riavvolgendo il nastro del campionato alla seconda giornata, il Catanzaro affrontò il Taranto in trasferta vincendo con un perentorio 0-3. I pugliesi erano guidati dall’esonerato Nello Di Costanzo. Con l’arrivo di Capuano, i rossoblù vengono ridisegnati con il cavallo di battaglia del nuovo mister, l'1-3-5-2. Addentrandoci nella parte tattica dell’articolo, nella prima slide possiamo notare un’alternativa adottata a gara in corso dal vulcanico tecnico dei pugliesi rispetto  al modulo di partenza. In questa azione, infatti, il Taranto è posizionato in zona di costruzione (poco sfruttata nelle trasferte) con una dislocazione 3-4-3. L’estremo difensore ( portiere – Vannucchi) effettua un passaggio corto al braccetto di sinistra Formiconi. La forte pressione del tridente d’attacco bianco celeste sui 3 difensori rosso blu, comporta alla difesa di effettuare un giro palla uscendo sugli esterni di centrocampo per alzare il baricentro nei confronti dell’avversario:

 

Come anticipato nella prima immagine, domenica al "Ceravolo" potremmo assistere a lanci lunghi dal fondo da parte dell’estremo difensore Vannucchi per garantire un baricentro maggiore e alto nei confronti delle Aquile:

 

In fase di Non Possesso, la squadra di posiziona con uno schieramento 5-4-1. La prima linea è composta da cinque difensori con atteggiamento stretto e ordinato, la seconda è strutturata da tre centrocampisti più un quarto che si aggiunge, si tratta della seconda punta. Resta in prima pressione un solo attaccante il cui atteggiamento tattico è di ausilio alla squadra, restando posizionato  nella propria metà di campo:

 

Prima di passare alla pillola tattica della giornata e all’ultima slide dell’analisi, presentiamo una palla inattiva a sfavore, esattamente un calcio d’angolo. Il portiere rossoblù posiziona un compagno in marcatura sul primo palo (Mastromonaco). Ben 7 i calciatori del Taranto in marcatura ad uomo nell’area di rigore grande all’altezza del dischetto:

 

 *******

Ritorna la rubrica “pillola tattica”: parliamo in questo appuntamento della fase di Non Possesso cos’è e come funziona nel calcio moderno.

Ormai nel calcio di oggi, il gioco si sviluppa in due fasi fondamentali: possesso e non possesso. Oggi parliamo con questa immagine della fase di “Non Possesso”. Il possessore NON ha molto Tempo e Spazio per giocare, è sotto pressione di un avversario e quindi la sua attenzione è rivolta maggiormente alla difesa della palla non avendo molto tempo a disposizione per effettuare la scelta di gioco desiderata. E’ una fase di solito provata moltissimo in allenamento. In Italia un tecnico esperto in questa fase che ha mostrato ordine e attenzione con il suo Napoli è stato Maurizio Sarri:

  

La fase si può notare durante il calcio d’inizio oppure, in alcuni casi, sul rinvio del portiere. Si sviluppa in due momenti della partita ben distinti: fase offensiva e difensiva, oppure di possesso e non possesso.

La fase subisce anche variazione di dislocazione a seconda dell’avversario che si ha di fronte. Ci sono molti allenatori che adottano numerosi sistemi che utilizzano a seconda dell'avversario. In entrambe le fasi di gioco dovremmo tener conto di due fattori tempo e spazio. L’obiettivo di ogni allenatore è quello di migliorare questi due aspetti. Guadagnare un tempo di gioco e trovare spazi nel campo possono essere dei fattori che decidono le nostre partite. Per permettere lo sviluppo corretto di un sistema di gioco, lo stesso deve avere tre caratteristiche principali: Equilibrio, Elasticità e Razionalità.

Per scoprire queste 3 caratteristiche principali, ti inviamo alla lettura del prossimo numero del ilGialloRosso.info.

 

Dalla prossima settimana ritorna il Settimanale in edicola , disponibile anche in formato digitale:

 

 

Niccolò Brancati

IlGiallorosso.info
Redazione
Tel +(39) 3338247197
redazione@ilgiallorosso.info

Devi effettuare il login per inviare commenti

Prima pagina di oggi

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom


Publycon - Advertising

Compatibilty

IlGiallorosso.info - Reg. Trib Catanzaro nr. 15 del 25-10-2012
Direttore responsabile

Giuseppe Mangiavalori

Seguici su:

Publycon sas di L. Conforto & C. - Via B. Da Seminara, 52 - 88100 Catanzaro
P.I.03148140795 - R.O.C. 20849

IlG Cookie

Questo sito utilizza i cookie per garantire la migliore esperienza. Continuando a utilizzare questo sito web, acconsenti al loro utilizzo. Ulteriori informazioni sulla nostra politica sulla privacy