Vuoi la tua pubblicità qui? Contattaci

Partite

Mediocrità e inconsistenza, occasione sciupata: 0 a 0 con la Casertana

banner

Che avrebbe cambiato qualcosa, mister Antonio Calabro, lo aveva detto nel presentare la difficile trasferta  di Avellino contro l’ostica Casertana. 

Infatti, a riposo Evacuo, Corapi e Di Piazza: l’undici iniziale del Catanzaro vede Branduani tra i pali, Garufo, Fazio, Martinelli e Pinna a comporre la linea difensiva, Casoli, Altobelli, Verna e Carlini sulla mediana a cercare di innescare la coppia Curiale, Di Massimo. 

Oltre che negli uomini, dunque, il trainer giallorosso varia anche lo schema tattico. Schierando la sua squadra con un ordinato 4-4-2, non  fa certamente mistero di voler comunque vincere la partita gestendo il gioco. Tuttavia, a fronte delle evidenti intenzioni delle aquile, la prima frazione di gara, giocata da entrambe le squadre a ritmi molto bassi, non regala sussulti di rilievo sebbene nelle rare occasioni in cui i calabresi provavano ad accelerare, la maggiore qualità  dei ragazzi di Calabro fosse evidente.

Ed infatti, nel secondo tempo il mister opera sin da subito dei cambi per provare ad incidere maggiormente in avanti.  Entrano Evacuo per Curiale, Di Piazza per Carlini, Corapi per Altobelli e, sul finire di gara Evan’s per Casoli e ci si aspetta un Catanzaro a trazione anteriore. 

E’ invece la Casertana a rendersi pericolosa con l’ex Icardi che non approfitta di uno svarione di Garufo e manca da pochi passi la stoccata vincente. La giostra dei cambi, ad eccezione di una ghiottissima occasione divorata sotto porta da Evacuo al 77’ e di un pericoloso colpo di testa di Fazio finito di poco a lato a due minuti dallo scadere,  produce soltanto una sterile supremazia territoriale dei giallorossi, oggi in casacca bianca, e la partita si spegne stancamente verso il risultato di parità ad occhiali. 

Un punto che, comunque, seppur giunto al termine di una gara opaca, contribuisce a dare continuità al ruolino di marcia del Catanzaro in vista del big match di domenica allorquando i giallorossi ospiteranno il blasonato Palermo che manca dal Ceravolo esattamente da trenta anni: i rosonero, tuttavia, annoverano diversi calciatori positivi al covid-19 ed è per questo che la partita potrebbe anche essere rinviata, così come Palermo-Turris non è stata giocata. 

 

Gregorio Buccolieri

Related posts

Tra poco Catanzaro-Melfi: attacco guidato da Razzitti

admin

Le Aquile partono alla grande: 2 a 0 sulla Juve Stabia

admin

Catanzaro VS Monopoli – La Photogallery

admin