Serie B 26a giornata: nella giornata di pareggi, il Catanzaro torna corsaro Area Comunicazione US Catanzaro

Serie B 26a giornata: nella giornata di pareggi, il Catanzaro torna corsaro

Scritto da  Daniel Mastellone Feb 25, 2024
Questo articolo contiene parole
Il tempo di lettura è di circa minuti.
Livello di difficoltà di lettura:

Nelle zone alte prevalgono i pareggi, il Catanzaro torna a vincere in trasferta dopo quasi tre mesi, colpo-salvezza per l'Ascoli per la lotta salvezza. Tra due giorni serie B di nuovo in campo per l'infrasettimanale

Il big match tra Como e Parma finisce in parità: meglio i ducali nel primo tempo che vanno in vantaggio con Benedyczak, ma il Como riprende il risultato grazie a Verdi che sfrutta una palla persa di Circati. Nella seconda frazione la squadra di Pecchia parte forte cala col passare dei minuti fisicamente, non ne approfittano i lariani fermato dal "muro" Chichizola.

 

Anche l'altro big match di giornata quello tra Cremonese e Palermo termina con un pari, più pirotecnico. I primi 45' delineano un inizio gara molto deciso delle Tigri, ma il Palermo è più concreto e, complice l'espulsione di Sernicola, colpisce con Brunori su rigore e poi con il solito Ranocchia. Nella ripresa, nonostante l'inferiorità numerica la Cremonese reagisce e lo fa mettendo a segno un micidiale uno-due nel giro di un minuto che diventa una doccia gelata per i rosanero: dapprima Castagnetti al minuto 49' con un preciso tap-in, poi è Coda a siglare il 2-2 facendo esplodere il "Giovanni Zini". Minuti di recupero ancora fatali per i nerazzurri del Pisa: il Venezia sbanca per 2-1 il "Garibaldi" e riconquista il secondo posto in classifica con una sforbiciata stupenda di Olivieri, al primo gol in maglia lagunare, dopo il botta e risposta tra il solito Pohjanpalo e Bonfanti. Continua il periodo nero del Cittadella che arriva alla sesta sconfitta consecutiva, mentre ritrova il successo esterno il Catanzaro dopo quasi tre mesi (Palermo-Catanzaro 1-2). Brava la squadra giallorossa a conquistare lo scontro diretto in zona play off, protagonista il bomber e capitano Pietro Iemmello che apre le marcature con un gran sinistro all'incrocio, poi il pareggio su rigore contestato di Baldini per un mani di Scognamillo. Nella ripresa ancora il capitano delle Aquile segna il gol decisivo grazie a un colpo di testa all'incrocio sugli sviluppi di un corner (nono assist per Vandeputte). Con la doppietta Iemmello sale a quota nove gol in campionato.

(Un'azione di gara tra Como e Parma)

Continua l'imbattibilità per Modena e Spezia, ma il pareggio, per come si era messa la sfida, soddisfa solo lo Spezia. Il Modena non riesce a sfondare il muro dello Spezia, costretto già dal primo tempo all'inferiorità numerica per l espulsione di Gelashvili che nel giro di 8 minuti si fa ammonire per due volte. Gliozzi impegna severamente Zoet nei primi 45 minuti, con il portiere bianconero che si supera anche nella ripresa con due interventi prodigiosi prima su Oukhadda e poi su Abiuso. Vani gli assalti finale della squadra di Bianco. Termina a reti inviolate anche il match del Rigamonti tra Brescia e Reggiana: gara equilibrata sia in fatto di gioco che di occasioni. Se nel primo tempo gli ospiti si fanno preferire nella manovra e i padroni di casa nelle palle gol pericolose, nella ripresa il copione cambia, con gli uomini di Nesta che vanno più volte vicini al gol della vittoria. L'occasione più clamorosa è un colpo di testa di Girma a tempo scaduto, che termina a lato di pochissimo. Due pareggi e una sconfitta nelle ultime 3 giornate per il Brescia, attualmente al nono posto con 34 punti, tre pareggi e una sconfitta nelle ultime 4 gare per la Reggiana, in classifica tre lunghezze sotto le Rondinelle. Il Sudtirol torna alla vittoria grazie al rigore di Casiraghi assegnato per fallo di Brenno su Pecorino, mentre continua il mal di trasferta per il Bari in classifica ora a 33 punti, solo a +2 dagli altoatesini. Due gol in 3 minuti sbloccano il match a Cosenza: dopo un bell'avvio dei padroni di casa, la Sampdoria trova il primo gol con Darboe, subito dopo raddoppia De Luca bravo a sorprendere gli avversari. Nella ripresa scende in campo con carattere la squadra di Caserta, decisivo ancora una volta Frabotta che di testa segna il suo secondo gol consecutivo, ma la squadra di Pirlo riesce a violare il "Marulla". Dopo 5 risultati utili consecutivi si ferma il Cosenza davanti ai tanti tifosi presenti allo stadio per festeggiare i 110 anni del club, Pirlo si allontana invece dalla zona play out. La gara tra Ternana e Lecco finisce senza gol, ma le occasioni non sono mancate. Palo esterno di De Boer al 25' dopo un salvataggio di Saracco su Pereiro, Guglielmotti due volte vicino al bersaglio (al 22' e al 92'). Iannarilli al 73' in uscita bassa nega la rete a Buso. Chance anche per Caporale al 64' e Celjak al 74'. Colpaccio esterno degli uomini di Castori, l'Ascoli vince per 1 a 0 contro la Feralpi sempre più in crisi dopo la terza sconfitta consecutiva, mentre con questa vittoria i bianconeri si portano a 26 punti raggiungendo Spezia e Ternana. Gol decisivo al 32’ del primo tempo ad opera di Masini. In pieno recupero, il pareggio di Manzari viene annullato per un'infrazione commessa in area ospite, con Castori che si becca il rosso dalla panchina nel concitato finale di gara.

TOP
Catanzaro,Sampdoria,Ascoli
RIMANDATI
Modena,Bari,Ternana
FLOP
Cosenza,Feralpisalò ,Cittadella

RISULTATI e CLASSIFICA

Devi effettuare il login per inviare commenti

Prima pagina di oggi

Corriere dello Sport di oggi - Zoom

Gazzetta dello Sport di oggi - Zoom

Tutto Sport di oggi - Zoom