mister Vivarini mister Vivarini

Vivarini: "Anche a Parma non saremo soli, Catanzaro è una tifoseria da serie A"

Scritto da  Redazione Mar 30, 2024
Questo articolo contiene parole
Il tempo di lettura è di circa minuti.
Livello di difficoltà di lettura:

Consapevole che l'andata rappresenti ancora una ferita aperta, ma è stata anche una gara che ha fatto crescere molto la squadra giallorossa. Il pensiero sulla sfida al "Tardini" di mister Vivarini

Settimana di lavoro nonostante le festività, mister Vivarini è consapevole che è un campionato che non conosce sosta: <<Non abbiamo pause, Pasqua, Natale, si gioca sempre. Al "Tardini" troviamo una squadra che dimostra con i fatti di essere la più forte, in uno stadio bello, pieno di storia, andiamo però accompagnati da una cornice di pubblico straordinaria, Catanzaro sta dimostrando di essere una tifoseria da serie A, siamo dietro solo alla Samp per tifosi al seguito, una cosa che ci inorgoglisce e speriamo di farli divertire>>.

Sulla sfida: <<Il Parma è stato costruito negli anni per primeggiare in B, il loro posto è la A per blasone, strutture, giocatori e società. Un pò la stessa cosa nostra fatta dal catanzaro in legapro negli anni scorsi. Hanno un'organizzazione ben precisa, con equilibrio, organizzazione e razionalità , merito del loro mister, ma di tutti loro>>

L'andata una ferita aperta: <<E' stata una partita che ci ha fatto crescere molto, ad inizio campionato, venivamo da partite positive, un pò spensierati, siamo tornati coi piedi per terra perché dovevamo crescere tantissimo e da lì abbiamo lavorato molto su più aspetti, dando più attenzione ai concetti di non possesso che lo scorso anno non facevamo. E' la gara che ha dato più indicazioni per fare bene in serie B , in un certo senso li ringraziamo anche. Ora abbiamo la consapevolezza di poterci giocare la partita se facciamo quello che sappiamo fare>>.

Sullo stato di salute della squadra:<<Brighenti purtroppo non ce la fa, per precauzione più che altro visto che occorre essere al 100% in queste gare. Qualche difficoltà anche con D'Andrea da valutare, mentre Ghion si sta riprendendo ma è ancora presto per prenderlo in considerazione. L'importante è comunque aver rivisto la squadra in settimana concentrata e recettiva nelle indicazioni da mettere in campo. Andremo a fare la nostra partita, senza stravolgimenti, vedremo come andrà a finire>>.

Devi effettuare il login per inviare commenti
Publycon - Advertising