Allenamenti Interviste Primo Piano

Nordi verso Bisceglie: “Dobbiamo diventare squadra”

banner

Settembre entra nel vivo dell’autunno e, con esso, il campionato. Le gambe iniziano a “sciogliersi”, il fiato ad allungarsi ed è giunto il momento di fare sul serio, dopo questa fase d’avvio. Intanto, la classifica del girone C, sebbene non vi siano compagini a punteggio pieno, vede in testa il Monopoli, con sette punti; ad una lunghezza, le due “matricole” che hanno iniziato il torneo col piede giusto, Rende e Bisceglie, quest’ultima, avversaria del Catanzaro, tra le mura amiche, sabato pomeriggio. Virtualmente, la squadra dell’ex tecnico giallorosso, Nunzio Zavettieri, è l’unica a punteggio pieno, avendo vinto le prime due giornate, in virtù del turno di riposo osservato lo scorso weekend. Sulle ali dell’entusiasmo, “fresco” e pimpante, il Bisceglie si prepara ad “accogliere” le Aquile.

Non sarà facile. Di questo i giallorossi ne sono consapevoli, a cominciare dal numero 1, Emanuele Nordi, il quale esamina il momento, dopo aver mantenuto inviolata la porta contro la Juve Stabia: <<Non prendere gol è sempre importante, perché dà sicurezza e pone nelle condizioni mentali di lavorare bene, durante la settimana. Siamo in linea con quello che ci si aspettava, cioè, qualche normale difficoltà iniziale, generata da cambiamento societario, partenza in ritardo, con diciotto calciatori nuovi>>, osserva il portiere dell’US, proclamandosi onorato di far parte di un progetto ambizioso, in qualità di capitano.

<<Dobbiamo diventare una squadra, trovando la mentalità giusta e ciò avverrà solo attraverso il lavoro, la voglia di migliorare e il tempo. Le condizioni ci sono, bisogna avere  un po’ di pazienza. Dobbiamo migliorare tutti e trovare strada giusta>>, avverte Nordi, secondo il quale le assenze (tra squalifiche e infortuni) che hanno colpito il Catanzaro, specie la difesa, non costituiscono un alibi, poiché <<la società ha allestito una squadra competitiva in tutti i reparti>>.

Trentatré anni, uomo di carisma, con un bagaglio d’esperienza che potrà fungere da ausilio nel lavoro di mister Erra, l’ex estremo difensore dell’Albinoleffe, da persona ambiziosa, ammette di pretendere sempre di più da se stesso e dai compagni; <<tuttavia – dice- bisogna essere equilibrati nei giudizi>> e questo è un messaggio, benevolo, lanciato a stampa e tifosi.

Sabato, quindi, si andrà a Bisceglie, consci di trovare un ambiente carico ed euforico, che nasconde mille insidie: <<Tutte le gare sono pericolose. Il Bisceglie, reduce dalla vittoria del campionato, da tanti anni ha una fisionomia – analizza Nordi-. Da parte nostra grande rispetto ma nessuna paura. Andremo là per cercare di portare a casa punti>>.

Related posts

Fun Football Provinciale: grande festa al Centro di Formazione Federale

admin

Giovanili, la Berretti pareggia contro la Salernitana

admin

Lega Pro 2014/2015: le novità per la prossima stagione

admin