Notizie Partite Primo Piano

Playoff come da tradizione: la corsa della Aquile si ferma a Potenza

banner

Il Catanzaro esce dalla trasferta di Potenza confermando tutte le difficoltà di quest’anno, squadra generosa ma assolutamente incapace di segnare a causa di una cronica sterilità offensiva. Auteri le prova tutte per recuperare il gol di Murano segnato nel primo tempo, giocando a trazione anteriore nella ripresa ma il gran gol del pareggio di Urso proprio allo scadere dei 5 minuti di recupero aumenta solo il rammarico. Il Potenza passa il turno grazie al miglior piazzamento in campionato: playoff ancora una volta nefasti per i giallorossi che terminano così la corsa.

Al “Viviani” per cercare di centrare l’obiettivo della serie B dalla porta di servizio, mister Auteri si affida alla stessa formazione di domenica scorsa contro il Teramo, ad eccezione di Statella sulla fascia destra al posto dello squalificato Casoli. Partono forte entrambe le squadre: prova subito di testa Silvestri su punizione calciata lungo dal pericoloso Emerson, Bleve si salva in angolo; le Aquile ci provano con un’iniziativa Carlini-Kanoute con palla che termina fuori. Primi 15 minuti, è alta l’attenzione in campo vista la posta in gioco, l’occasione d’oro capita al 19′ sui piedi di Di Piazza che parte sul filo del fuorigioco dopo un perfetto lancio dalle retrovie di Martinelli ma perde l’attimo buono e si defila troppo sull’esterno lasciando partire un tiro sporco che Ioime intercetta.

Gol mangiato gol subito: Murano pesca Bleve fuori dai pali e dopo uno strano rimbalzo della palla, lo beffa prendendolo contro tempo con un tiro dalla distanza. Potenza ora in vantaggio per 1-0, strada in salita per i giallorossi. Il Catanzaro prova a reagire e con Kanoute ha subito la possibilità di riequilibrare la gara: servito da Piazza il senegalese si inserisce in area di rigore e col sinistro lascia partire un tiro che lambisce il secondo palo. La sterile pressione dei giallorossi che hanno alzato il baricentro dopo il gol subito, viene interrotta al 43′ da una conclusione di D’Angelo che in area di rigore spreca con un tiraccio l’occasione del raddoppio.

Termina il primo tempo con il risultato di 1-0 in favore del Potenza:  tante le occasioni per entrambe le parti, buono il ritmo messo in campo dalle squadre dove ha regnato l’equilibrio, interrotto dal gol di Murano.

Inizia la ripresa. Dopo i primi cinque minuti dove il Catanzaro non produce nulla di pericoloso, mister Auteri decide di cambiare le carte in tavola con un triplo cambio: Tulli, Bianchimano e Di Livio a posto dei deludenti Corapi, Di Piazza e Statella. Aquile ora a trazione anteriore provano a ribaltare il risultato ma è dura col Potenza chiuso nella propria metà campo a difesa del risultato. Scorre il tempo e i giocatori di casa giocano di mestiere rimanendo spesso a terra con la scusa dei campi. Gioco spesso interrotto. Buono lo spunto di Carlini al 70′, ma di pericoli veri verso la porta di Ioime non se ne vedono. Bianchimano al 74′ ha una buona occasione in area di rigore servito da D’Urso da poco entrato al posto di Kanoute, palla alta.

Il Potenza guadagna secondi preziosi arrivando con tranquillità al 90′: nei 5 minuti di recupero c’é tempo per vedere il gran gol del pareggio di Urso dalla distanza che serve solo alle statistiche e a non uscire sconfitti dal “Viviani” ma il Catanzaro è costretto ugualmente ad abbandonare la corsa playoff.

Danilo Ciancio

 

 

 

Related posts

Mercato, è fatta per il difensore Daffara?

admin

D’Urso: “A Catania con sacrificio ed abnegazione”

admin

“Ricordati di me…” – Teodoro Piccinno ed un sogno chiamato Serie A

admin