Il Punto Interviste Primo Piano

Post-gara infuocato, Erra: “Tanto rammarico, avremmo meritato…”

banner

Rovente post-gara dopo un pareggio che ha visto il Catanzaro tenere testa alla più accreditata compagine di Carboni. Non sono mancate polemiche, dunque, dopo il parapiglia acceso nel finale, in seguito al discusso rigore concesso alla Juve Stabia, costata l’espulsione al difensore di casa Liviero. Giocatori ospiti, peraltro, accusati di “antisportività” dai locali, per alcuni atteggiamenti poco consoni, in campo.

Polverone di parole giunto fino alla sala stampa del “Menti”, dove mister Erra ironizza amaramente, interpellato sull’episodio che ha scaturito il penalty al 90′: <<Non giudico l’operato dell’arbitro. Tuttavia, in un clima infuocato, l’arbitro può essere indotto a fischiare un rigore>>, osserva il tecnico giallorosso, interpellato da ViViCentro Network. <<Domenica scorsa, invece, nonostante la contestazione dagli spalti nei nostri confronti, il direttore di gara non ci ha assegnato un calcio di rigore, clamoroso>>, incalza l’allenatore, ritornando al pareggio interno col Monopoli. <<C’è del rammarico per come siano andate le cose, perché abbiamo buttato via due punti senza aver subito alcuni tiro, specie nel secondo tempo>>, confessa Erra, il quale preferisce stigmatizzare sul parapiglia tra giocatori: <<Quando la posta in palio è alta, è normale che la tensione aumenti e si accendano gli spiriti, ma tutto muore là. Fino a cinque minuti dal termine, era tutto ok>>.

Evidentemente molti. alla vigilia, avrebbero firmato per il pari in casa delle Vespe, ma per come è maturato questo 2-2, le Aquile si trovano inaspettatamente a recriminare. Dopo la partenza ad handicap per il gol realizzato a freddo da Paponi, il Catanzaro è riuscito ad arginare la Juve Stabia, senza concedere: al di là del risultato, sono arrivate delle indicazioni rassicuranti, però è fondamentale mantenere questo atteggiamento nelle partite restanti. <<La squadra ha risposto con personalità, giocando con intelligenza e accortezza. Era prevedibile una reazione loro nella ripresa, ma ciò non ha prodotto nessuna occasione degna di nota. Torniamo a casa consapevoli di potercela fare, ma al contempo col rammarico di aver lasciato due punti, che avremmo meritato>>, riflette il mister, prima di concludere: <<Ci si salverà all’ultima giornata. Tante squadre in corsa, ma ci siamo anche noi>>.

 

Cosimo Simonetta

 

Related posts

“ABC Del Calcio”, Patti ai microfoni: “Pronto a rientrare. Dovremo battagliare”

admin

Aquile, impresa a Pagani: vittoria miracolosa in nove uomini

admin

Calciatore giallorosso positivo al Covid-19

admin