Notizie Photo Gallery Primo Piano Sport 360

Premio “Umberto Sacco”: il nostalgico ritorno di O’Rey Palanca a Catanzaro

banner

massimo palanca_enzo minicelli_catanzaro nel pallone_premio umberto saccoSi è svolta presso l’Auditorium Casalinuovo di Catanzaro la settima edizione del premio sportivo “Umberto Sacco”.

L’evento, ideato e organizzato dall’associazione “Catanzaro nel Pallone” si è tenuto alla presenza di un discreto pubblico di fedelissimi e nostalgici tifosi del Catanzaro che fu. La manifestazione ha avuto anche quest’anno come protagonisti ex giocatori dell’US che hanno contribuito a rendere grande la storia delle aquile. L’ospite d’onore, di certo il più grande calciatore che Catanzaro abbia mai avuto nel corso dei suoi 86 anni di storia, è stato il grande, sempre amato, Massimo Palanca, l’O’Rey del calcio nostrano. Emozionato e felicissimo come sempre di essere tornato nella sua seconda casa, come lui stesso ama definirla, Palanca al suo ingresso in platea è stato accolto da un’ovazione degna della migliore curva, e non poteva essere diversamente. Con Palanca si sono affrontate diverse tematiche del calcio moderno, prima tra tutte l’importanza del settore giovanile, linfa vitale specie per le società di provincia come appunto Catanzaro.

La manifestazione ottimamente condotta dai giornalisti Nico De Luca e Carlo Talarico, ha reso onore anche ad altri due calciatori del passato più o meno recente, Antonio Soda, attuale allenatore del Bogliasco, squadra ligure che disputa il campionato di Serie D e Alfredo Ciannameo, di qualche lustro più grande dell’ex collega di origini cutresi. A catalizzare l’evento, inutile ribadirlo è stato il buon Massimo che ha ripercorso i suoi splendidi anni vissuti in città, con l’aiuto di video che hanno avuto come unico denominatore le sue reti, una più belle delle altre, siglate da tutte le posizioni, su azioni ma soprattutto su calcio piazzato. Palanca non riconosce più il calcio moderno che è ormai diventato solo business e una macchina pubblicitaria per tutti, atleti e società. Troppi interessi ruotano attorno a questo mondo che hanno certamente contribuito ad allentare l’interesse che invece si dimostrava ai tempi in cui Palanca calcava i campi di gioco di tutta la penisola. È stata una serata piacevole nella quale O’Rey ha voluto raccontare qualche piccolo aneddoto, come quello relativo al suo arrivo in città quando fu “costretto” da Franco Cittadino a non rifiutare un suo invito a pranzo durante il quale ha avuto modo di degustare la famosa pasta con i broccoli della mamma. Tra i tanti allenatori alla guida tecnica del Catanzaro, Palanca ricorda con piacere Carletto Mazzone, che con il suo carattere esuberante e irascibile era comunque molto amato e seguito dalla squadra e con il quale il Catanzaro ottenne successi anche inaspettati. Famosa è la vittoria all’Olimpico di Roma contro i capitolini giallorossi grazie al 3-1 con tripletta proprio del nostro riccioluto ometto con i baffi, dai quali non si separa mai, anche oggi che è alle soglie dei 62 anni, ben portati nonostante qualche chiletto di troppo.

Fare un tuffo nel passato e stato un motivo di estasi per il pubblico presente che non ha smesso di acclamare e applaudire il suo uomo simbolo che tale rimane nonostante siano trascorsi più di venti anni da quando ha smesso di giocare. Unica nota stonata della serata, e per questo certamente si è avvertito un risentimento generale, è stata la totale assenza di rappresentati societari o, in alternativa, di componenti dell’attuale rosa della squadra che certamente avranno molto da imparare dal grande “piedino di fata” che con il suo 37 di misura ha fatto dannare i portieri dell”Italia calcistica anni ’70 e ’80.

L’appuntamento con il premio “Sacco” e con il presidente dell’associazione “Catanzaro nel Pallone” Vincenzo Minnicelli è ora rimandato di un anno con altri, importanti personaggi del calcio giallorosso del passato. Di questo ne siamo più che certi!

 

Maurizio Martino

Related posts

US, fideiussione presentata in Lega

admin

Uniti si Vince

admin

L’Us trionfa al “Massimino”: è 2-0 per i giallorossi

admin