Si gioca contro... La Juve Stabia

Scritto da  Francesco Calvano Apr 20, 2021
1
Questo articolo contiene parole
Il tempo di lettura è di circa minuti.
Livello di difficoltà di lettura:

Nelle ore di discussioni su Superlega, calcio e soldi, nei giorni che potrebbero rivoluzionare il football, si gioca una partita di sano pallone. Anche se fa strano, proprio in questo momento, che sia

Juve – Catanzaro. Ma per fortuna (o purtroppo) la Juve è solo quella di Castellamare, sebbene sia un avversario davvero in forma e tosto da affrontare in quella che viene definita la partita cruciale della stagione.


LA STORIA
Di partite cruciali la Juve Stabia ne ha giocate tante nella sua storia, come le cinque che, nel corso dei suoi oltre 110 anni di storia, le hanno consentito di raggiungere la cadetteria, massimo traguardo raggiunto da una società diventata protagonista della serie C, della quale vinse anche la Coppa Italia nel 2011, trofeo prestigioso di un palmares adeguato a una piccola ma appassionata realtà di provincia.

I PRECEDENTI
Una di quelle realtà che, suo malgrado, il Catanzaro ha dovuto affrontare molto spesso negli ultimi trent’anni. In particolare a Castellammare queste volte sono tredici con un bilancio che sorride ai padroni di casa con 5 vittorie a 2. A trionfare però è il segno “X” apparso sei volte. L’ultimo dei quali è il più amaro: è l’0-0 del febbraio 2019, la partita del rigore di Giannone. Atri tre pareggi erano avvenuti anche prima di quello ma di certo sono meno famigerati. Famose invece l’ultima vittoria delle Aquile al “Romeo Menti”, datata 26 gennaio 1992, gol di Minisi. L’altra vittoria è di 60 anni prima: Stabiese – Catanzarese 0-2, gara persa a tavolino per rinuncia.

GLI EX
Stavolta nessuna rinuncia, anzi sarà gara a viso aperto, apertissima. Nella quale giocheranno con ancora più ardore i molti ex dell’incontro. Cinque ora vestono il giallorosso: Branduani e Carlini, eroi dell’ultima promozione in cadetteria, poi Luca Martinelli, Sergio Contessa e Pasquale Fazio, mentre la sola meterora Elizalde ora gioca con le vespe.

IL MOMENTO ATTUALE
Elizalde che come tutti i suoi compagni sta vivendo un momento di forma straordinario. Numeri da record per la Juve Stabia che dopo un inizio stentato ora vola. Cinque vittorie nelle ultime cinque e zona playoff ampiamente raggiunta e da consolidare in questo finale di campionato che la vede con gli stessi punti della capolista Ternana. Il rimpianto per gli uomini di Pasquale Padalino è essersi svegliati troppo tardi, anche se forse hanno preso lo slancio necessario per fare degli ottimi playoff. Sembra una di quelle classiche squadre che in sordina per tre quarti di stagione, esce nell’ultimo chilometro e vince le volate e i numeri sono li a dimostrarlo: nelle ultime 14 gare di campionato, ad esempio, infatti solo 14 i gol subiti dalle Vespe per una media di un gol subito ogni 90 minuti di gioco. Ora ci sarà da confermarsi ma non sarà facile contro il Catanzaro, gara in cui i gialloblu si dovrebbero schierare con un atteggiamento tattico simile all’ultimo successo esterno (il settimo consecutivo fuori casa) di Caserta. Il 3-4-3 di Padalino dovrebbe così schierarsi: Farroni; Mulè, Troest, Caldore; Scaccabarozzi, Berardocco, Lia, Rizzo; Fantacci, Marotta, Cernigoi.

  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0
  • 0

Articoli correlati (da tag)

Devi effettuare il login per inviare commenti
Publycon - Advertising