E' iniziato il conto alla rovescia, le Aquile alla prova derby!

Scritto da  Giuseppe Mangialavori Nov 22, 2023
Questo articolo contiene parole
Il tempo di lettura è di circa minuti.
Livello di difficoltà di lettura:

Sta per finire l'attesa per il big match della prossima giornata di serie B.

Lo stand by imposto dalla prevista sosta dovuta agli impegni della Nazionale di Spalletti, non ha fatto altro che amplificare l’attesa e le aspettative per il vero derby di Calabria: un’attesa durata ben 33 anni, che registra un eloquente sold out dal primo giorno di vendita dei biglietti, compresa sponda Crati,dove 750 tagliandi sono stati subito polverizzati.

La fame di calcio e la passione si discosta dalla possibilità di assistere ad uno spettacolo del genere dal divano con l’ausilio della pay tv! E la memoria torna alla tripletta di Massimo Palanca che impedì ai bruzi di conquistare la massima serie per un solo punto o alla tripletta di Leonardo Surro che generò il poker che permise al Catanzaro di battere i rivali per 4-1.

Dicevamo 750 tagliandi messi a disposizione dei tifosi rossoblù: ci si augura che nella gara di ritorno venga offerta pari opportunità alla tifoseria giallorossa e che la stessa non debba attrezzarsi di alianti o vele aeree… per assistere al match che si terrà al San Vito-Gigi Marulla. Ed a proposito del calciatore più rappresentativo del pianeta rossoblù a cui è stato intitolato l’impianto di Via degli Stadi, è giusto ricordare che proprio il condottiero giallorosso, Mister Vivarini, nella stagione 1990/91 lo affiancò nelle fila del reparto avanzato del Cosenza di mister Di Marzio. A tutti gli effetti il Mago di Ari sarà l’ex di lusso della gara!

Il primo derby corredato da una cornice mediatica di tutto rispetto: dalla diretta SKY ai moderni mezzi di comunicazione, l’attesa di più di un quarto di secolo sarà ripagata certamente da uno spettacolo all’altezza, offerto dalle squadre e dalle tifoserie che sosterranno i propri beniamini. Una gara da tripla, laddove al Catanzaro super vincente, matricola terribile e figlio dei record assoluti dello scorso campionato, si opporrà il Cosenza di Eugenio Guarascio, quest’anno una rosa rinforzata in ogni reparto e affidata a Fabio Caserta. Dall’ex reggino Luigi Canotto, contattato anche dalle Aquile in sede di mercato estivo, a Francesco Forte, “scippato” all’ultimo respiro al Bari dei De Laurentiis. Per ciò che riguarda i giallorossi, dopo i tre inaspettati passi falsi, l’occasione per riprendere lo splendido cammino di inizio campionato. Ad un Situm oramai ripresosi dal brutto infortunio, si aggiungerà qualche certezza in più anche nel reparto avanzato, in attesa di conoscere chi affiancherà capitan Iemmello. Prevenire le disattenzioni in fase di copertura sarà la priorità, ma entrambe le squadre conoscono quali sono le potenzialità dell’avversario e i pericoli ai quali potrebbero andare incontro.

Il dato certo è che l’imperativo per i giallorossi sarà quello di evitare una nuova pericolosa défaillance che proprio in considerazione dell’importanza del match, avrebbe un peso diverso. In una serie B che cambia continuamente pelle e propone continue novità in classifica, mettere fieno in cascina è l’obiettivo principale, soprattutto in relazione al consolidamento della categoria da poco conquistata. Nella visione realistica delle cose, al pari della gloriosa storia delle Aquile, occorre non smarrire il ricordo della passato più recente, dal quale ci si è affrancati solo da poco tempo. Questo giusto equilibrio che dovrà appartenere a tutti, potrà essere foriero solo di successi e soddisfazioni, perché questo Catanzaro ha un vero progetto sia da un punto di vista tecnico-tattico che da quello prettamente aziendale. Avanti tutta Catanzaro!

Devi effettuare il login per inviare commenti
Publycon - Advertising