La premiata ditta Iemmello-Biasci castiga anche il Palermo

Scritto da  Dic 01, 2023
Questo articolo contiene parole
Il tempo di lettura è di circa minuti.
Livello di difficoltà di lettura:

Questo Catanzaro è uno spettacolo, squadra libera mentalmente dove tutto funziona a meraviglia, anche il "Barbera" oggi se n'è accorto. Il duo delle meraviglie Iemmello-Biasci colpisce anche in Sicilia consentendo ai giallorossi di uscire con una vittoria bella quanto sofferta nel finale.

Squadra che vince non si cambia, così mister Vivarini sulle ali dell'entusiasmo del derby vinto, si presenta al "Barbera" con la stessa formazione di domenica, il convincente Pompetti si riprende il centrocampo. Partenza sprint del Catanzaro che costruisce nel primo quarto d'ora due occasioni da rete, la prima è sui piedi Biasci grazie ad un preciso taglio in area di Ghion, la conclusione però è preda di Pigliacelli. La seconda più clamorosa, azione simile al gol del vantaggio col Cosenza un preciso taglio questa volta di Sonas per il connazionale Katzeris che brucia sullo scatto l'avversario e tira quasi a colpo sicuro ma Pigliacelli si salva in angolo, con Biasci e Iemmello ben posizionati al centro in area di rigore. Un Palermo nella prima mezzora deludente, mugugna il pubblico del "Barbera", mentre i 1000 tifosi giallorossi (in foto) si fanno sentire. Al 25' la prima conclusione del Palermo con Mancuso, attento Fulignati blocca a terra. Al 43' IEMMELLO fa impazzire la curva giallorossa: controllo in area di rigore e più lesto di tutti fulmina il portiere rosanero e porta in vantaggio il Catanzaro. Tifosi di casa prevedibilmente delusi accompagnano con i fischi la propria squadra negli spogliatoi.

La ripresa inizia con le squadre che continuano a darsi battaglia e conquistano angoli nei primi minuti. Ma come capitato col Cosenza al 49' il Catanzaro raddoppia: precisa verticalizzazione di Vandeputte per il veloce BIASCI che brucia Gomes sullo scatto, si fa parare la prima conclusione ma nella ribattuta non sbaglia e fa il 2-0. Squadra giallorossa padrona del campo, Katseris devastante sulla destra, Ghion e Pompetti dominatori del centrocampo, ma è tutto il Catanzaro che gioca bene, il Palermo fatica a rendersi pericoloso dalle parti di Fulignati. Vandeputte sfiora il terzo gol in contropiede, ma geniale l'assist di Iemmello per il belga, mentre lo stesso Iemmello subito dopo viene fermato in angolo. E' tutto il Catanzaro uno spettacolo, squadra libera mentalmente dove tutto funziona a meraviglia. Serve il 70' per vedere un pericolo dalle parti di Fulignati che deve compiere un miracolo su Henderson. Catanzaro forte dei due gol, si permette i cambi ma fa l'errore di pensare già acquisita  la vittoria che viene messa a rischio dal gol di Stulac al minuto 82 che di testa anticipa Brighenti e segna il 2-1. Fulignati all'85' evita il pareggio, si salva con un intervento decisivo su Segre. Sette lunghissimi minuti di recupero che servono a far soffrire in curva i tifosi giallorossi che però al triplice fischio finale danno vita ai festeggiamenti meritati. In casa Palermo scoppia invece la contestazione soprattutto contro il mister Corini che ha comunque il coraggio di andare sotto la curva insieme ai giocatori, animi poco distesi in casa rosanero.

Quel che conta per noi, il Catanzaro ora è terzo!

Danilo Ciancio

IlGiallorosso.info
Redazione
Tel +(39) 3338247197
redazione@ilgiallorosso.info

Devi effettuare il login per inviare commenti
Publycon - Advertising