L'ex Priola L'ex Priola

Vince la Primavera, sorride il Bisceglie

Scritto da  Mag 17, 2021
1
Questo articolo contiene parole
Il tempo di lettura è di circa minuti.
Livello di difficoltà di lettura:

Partitelle a ranghi misti rincarate dalla messa in palio di cene e una sgambata con i Primavera: la tabella di marcia della truppa di Antonio Calabro è stata scandita da questi impegni, nel corso delle

settimane, in vista dell’appuntamento con il Secondo Turno Playoff Nazionale (o quarti di finale, che dir si voglia) di domenica 30 maggio. In mancanza di test probanti, il Catanzaro ne approfitta per ritrovare la condizione dei lungodegenti (su tutti capitan Corapi, out da marzo e verso il completo recupero) e di alcuni tra i reduci da covid, che più di altri hanno patito gli strascichi. Gamba, fiato e testa: questi i punti cardine del richiamo atletico che i giallorossi stanno realizzando ultimamente, tra palestra e campo, mentalizzati sull’obiettivo al 100%.


E se il tifoso delle Aquile, ormai lontano dagli spalti da oltre un anno – a parte l’illusoria parziale apertura di quel Catanzaro – Foggia dello scorso ottobre – è in astinenza da partite, può ben consolarsi con le prestazioni della terribile combriccola di Giulio Spader, che sabato ha regolato senza troppi complimenti il Bisceglie: grazie alle reti di Schimmenti (ancora lui), Pitale e Funaro, la Primavera 3 ha rispedito a casa i pari età pugliesi, ritrovando la vittoria dopo i pareggi con Catania e Bari. Tante belle indicazioni, nel percorso personale dei ragazzi e, inevitabilmente, nel progetto dell’US che vanta un vivaio di tutto rispetto.


Foggia, dicevamo. Notizia delle ultime ore, la positività di un calciatore e due elementi del gruppo squadra dei Satanelli che, tra l’altro, saranno chiamati a disputare la gara dentro-fuori nel turno con il Bari, in un derby che si preannuncia infuocato. Ovviamente le autorità sanitarie hanno disposto l’isolamento fiduciario presso i propri domicili per i tesserati, sotto la supervisione dello staff medico rossonero. A proposito di casi covid, si è finalmente recuperato il match tra Triestina e Virtus Verona, gara del primo turno del girone B che ha praticamente sconquassato l’intero cartello degli spareggi promozione, costringendo, a ragion veduta, lo stop con slittamento delle gare. La squadra veneta, falcidiata dalle assenze causa coronavirus, è riuscita nell’impresa di sbancare il “Nereo Rocco” con un gol al minuto 87 di Leonardi. Un piccolo traguardo sportivo per la Virtus, tanta delusione per la squadra di Pillon. Questo risultato chiude dunque il primo turno a gara secca.


Dicevamo del Bisceglie, ma dei ragazzi della Primavera battuti sui Tre Colli. La prima squadra, invece, si aggiudica il primo round dei Playout: al “Gustavo Ventura” i nerazzurri battono gli azzurrostellati 2-1 in virtù dei gol di Makota e dell’ex giallorosso Priola, entrambi nel primo tempo. Diop tiene a galla i suoi, in vista del ritorno sabato 22, segnando a metà ripresa. In caso di parità di punteggio e differenza reti al termine dei 180’, a restare in C sarebbe la Paganese alla luce del miglior piazzamento in classifica al termine della regular season.

Cosimo Simonetta

IlGiallorosso.info
Redazione
Tel +(39) 3756261191
redazione@ilgiallorosso.info

Articoli correlati (da tag)

Devi effettuare il login per inviare commenti
Publycon - Advertising