Aquile, il punto di...ripartenza, in attesa della chiusura del mercato | Il Punto

Scritto da  Giuseppe Mangialavori Gen 31, 2024
Questo articolo contiene parole
Il tempo di lettura è di circa minuti.
Livello di difficoltà di lettura:

Ancora poche ore e finalmente si chiuderà il mercato invernale che restituirà la versione finale del nostro Catanzaro che sarà sicuramente competitivo

Un mercato che annualmente il più delle volte destabilizza gli equilibri, conferendo precarietà emozionale agli addetti ai lavori e non solo, per un calcio che non è più quello che vedeva Gigi Riva festeggiare lo scudetto con il suo Cagliari e contestualmente rispondere con un gigantesco “no” alla famiglia Agnelli e alla cosiddetta “Vecchia Signora”. Oggi tutto il mondo pallonaro, oltre a celebrare giustamente le gesta dell’indimenticabile “Rombo di tuono” non riesce a spiegarsi quel diniego, ma chi fa della dignità e della passione le compagne di vita, voltandosi indietro e ammirando la personalità, riesce ancora ad avere fede negli ideali. La stessa "Fede" dei diecimila che nell’anticipo di venerdì sera hanno popolato il "Nicola Ceravolo" malgrado la debacle di Piacenza. Un amore senza limiti né condizioni, dedicato ai giallorossi che in campo hanno dimostrato sensibili miglioramenti contro il Palermo del neo arrivato Ranocchia.

Il solito Tommaso Biasci, lodevole per impegno e dedizione, vero e proprio padrone dell’area di rigore, i due nuovi acquisti Antonini e Petriccione partiti dalla panchina in attesa di assimilare i dettami di Vincenzo Vivarini che insieme al pianeta giallorosso, ha salutato Panos Katseris oramai in forze al FC Lorient e già protagonista nella massima serie francese. Fin dal suo esordio domenica scorsa ha giocato da titolare contro il Le Havre. Ben ottanta minuti, schierato a centrocampo quale esterno destro, l’ex giallorosso ha subito sfiorando il gol nella prima frazione di gara e si è già messo in mostra quale uno dei protagonisti del match.

Il punto muove la classifica e malgrado le occasioni avute da un inesauribile Scognamillo e dal subentrato Ambrosino, il Catanzaro rimpolpa i punti in classifica, in vista dell’obiettivo principale: la conquista anticipata della salvezza matematica. Poi si vedrà… Dopo l’arrivo di Antonini e Petriccione, la tifoseria resta fiduciosa in attesa di novità che riguardano il reparto avanzato, ma comunque vada a finire, siamo certi che la chiusura del mercato conferirà all’ambiente e al gruppo la dovuta tranquillità, anche senza grossi colpi in arrivo, consentendo al gruppo di distogliere l’attenzione da false sirene che certamente negli ultimi tempi avranno distratto più di un elemento in rosa.

All’Alberto Picco non ci sarà Brighenti che dovrà scontare il turno di squalifica. La squadra di Luca D’Angelo, prossimo avversario delle Aquile, nell’ultimo turno corsara in quel di Pisa, rinforzatasi in questo mercato invernale, fa delle palle alte un proprio punto di forza. Nella città portuale ligure atteso il solito bagno di folla giallorossa speranzoso di non replicare i tristi epiloghi di Reggio Emilia e di Piacenza. Sarà un obbligo per gli uomini di Vivarini sfoderare quella personalità che è stata assente nelle ultime trasferte. Un’occasione preziosa per dare una sterzata positiva e obiettivi a parte, offrire una prestazione ricca di dedizione ai dettami del mister. Il tempo passa irriguardoso della nostra razionalità e dei progetti, l’importante sarà sempre dare il massimo nel rispetto degli impareggiabili cuori giallorossi che anche in Liguria dedicheranno alle Aquile del Sud tutto il loro supporto.

Avanti tutta Catanzaro!

Devi effettuare il login per inviare commenti
Publycon - Advertising