Il momento del gol vittoria, la spizzata di Donnarumma e l'attacco del rapace Il momento del gol vittoria, la spizzata di Donnarumma e l'attacco del rapace

Un Catanzaro determinato conquista tre punti d'oro contro l'Ascoli

Scritto da  Redazione Feb 11, 2024
Questo articolo contiene parole
Il tempo di lettura è di circa minuti.
Livello di difficoltà di lettura:

Una partita per nulla facile, come all'andata, ma il Catanzaro questa volta la spunta al termine di 90 minuti adrenalinici. Ne fa in parte le spese di questa tensione il nostro Editore, Luigi Conforto che al gol di Iemmello è costretto ai soccorsi e la partita viene anche sospesa per qualche minuto: a lui un grande in bocca al lupo di pronta ripresa e sabato prossimo di rivederlo al "Ceravolo" a tifare Catanzaro

Un Catanzaro rimaneggiato, senza Vandeputte e il suo capitano Iemmello che parte dalla panchina, impatta bene la gara contro un Ascoli come sempre sgorbutico. Dopo qualche minuto di fatica nell'esprimere il proprio palleggio, passa in vantaggio alla prima vera occasione: Antonini viene lasciato completamente libero sul secondo palo sulla dormita della retroguardia dell'Ascoli e fa di testa 1-0.  Gli uomini di Castori si ricompongono e trovano l'immediato pari col primo gol ascolano del difensore Mantovani, rete propiziata dalla concessione difensiva di Situm. Il Catanzaro soffre la fisicità dei bianconeri che in chiusura di primo tempo mettono la freccia con Botteghin: il capitano ne approfitta e infila di testa su una punizione dalla sinistra. Al rientro Vivarini prova a scuotere i giallorossi con gli ingressi di Iemmello e Petriccione. Mosse che si riveleranno vincenti, con l'Ascoli costretto anche a rimanere in dieci per il rosso diretto esibito a Valzania da Rapuano dopo la chiamata dal var e la partita cambia radicalmente perché da qui in poi si gioca ad una porta sola. Il pari arriva a quasi dieci minuti dal termine con un'autorete di Bellusci sul tiro-cross basso di D'Andrea autore di una prestazione superlativa. Il crollo definitivo dell'Ascoli nel finale con l'inzuccata di Iemmello rapace come sempre sotto porta, abile a correggere dentro la spizzata di Donnarumma. Il gol fa esplodere di gioia lo stadio Ceravolo, una gioia in quel momento non retta dal nostro editore Luigi Conforto che in Tribuna perde i sensi e finisce a terra dopo aver esultato: se ne accorgono anche i giocatori che richiamano l'attenzione dei sanitari e partita temporaneamente sospesa. Per fortuna dopo gli accertamenti di rito, può tornare a casa: a lui un grande in bocca al lupo di pronta guarigione e anche di un veloce ritorno allo stadio! Il Catanzaro chiude la gara al piccolo trotto, facendo valere la superiorità numerica e congelando il risultato. Per l'Ascoli è notte fonda, per le Aquile sono tre punti importanti che consentono di superare il Cittadella al sesto posto.

Devi effettuare il login per inviare commenti
Publycon - Advertising