La mitica curva Capraro La mitica curva Capraro

Sarà il "Ceravolo" a decidere il finale di questo campionato | Il Punto

Scritto da  Giuseppe Mangialavori Apr 04, 2024
Questo articolo contiene parole
Il tempo di lettura è di circa minuti.
Livello di difficoltà di lettura:

Como, Cremonese, Venezia e Samp faranno visita ai giallorossi: sarà dunque il Catanzaro arbitro (speriamo protagonista in positivo) di questo finale di campionato 

Una gara attesa da settembre scorso, col Parma doveva essere riscatto e così è stato, esattamente come mister Vivarini sin dalla conferenza stampa del famoso 0-5, aveva prefigurato. E il Mago di Ari non è tipo da non mantenere le promesse! La Pasquetta si è tinta di giallorosso con la coppia che tutti ci invidiano Noto-Vivarini ai piedi della curva ospiti festante e gremita in ogni ordine di posto da intere famiglie con bambini avvolti dai vessilli più belli. Un tifo ancora una volta da brividi.

Forse, anzi certamente, a Parma non se lo aspettavano, ma la fame è tanta e oltrepassa la razionalità. Un Catanzaro praticamente perfetto ha messo la museruola alla capolista frustrandola anche nella famigerata zona Cesarini che nelle gare casalinghe aveva sempre fatto le fortune dei padroni di casa. Una gara preparata con dovizia dei particolari, dove Biasci (ora a quota 10 al pari degli assist di Vandeputte) ha riscattato quel gol nella gara di andata che avrebbe potuto cambiare le sorti di quella sfida e l’onnipresente Antonini, giunto a quota tre gol, ha giganteggiato ancora una volta anche in fase realizzativa. Un plauso a chi ha voluto Antonini e Petriccione nel mese di gennaio.

Mister Pecchia ha mal digerito la sconfitta e una traversa e un grande Fulignati, non bastano a giustificare una sconfitta tattica così netta. 

E mentre il Catanzaro, così come si usa dire ultimamente “si diverte”, le Aquile si preparano ad accogliere al "Nicola Ceravolo" il Como che nelle vesti di vicecapolista, dista dai giallorossi appena sei lunghezze.   Nella gara d'andata in prossimità del Lago, un rigorino ad inizio gara permise ai lombardi di conquistare l’intera posta in palio: nell’occasione, la fiscalità del sig. Di Marco sul famigerato tocco di mano di Panos Katseris, grida ancora vendetta anche perché nel corso della gara i comaschi non dominarono gli avversari. Un episodio, come spesso accade, determinò il destino della partita, ma ora un'eventuale vittoria di Iemmello e compagni aprirebbe scenari inaspettati. Como, Cremonese, Venezia e Sampdoria sono attese tutte nella "fossa dei Leoni",  tutte gare che decideranno tanto in ottica promozione diretta e griglia playoff : il "Tempio giallorosso" si prepara a decretare il finale di questo campionato e ne siamo certi, nessuno si tirerà indietro con la ferma volontà di voler riscrivere la Storia.

Avanti tutta Catanzaro, è d’obbligo sognAre!

 

Devi effettuare il login per inviare commenti
Publycon - Advertising